camera iperbarica salerno


Palombaro della marina militare salvato da terapia camera iperbarica
Durante le attività di bonifica da residuati bellici lungo il litorale di Capaccio –Paestum , un palombaro del Gruppo Operativo Subacquei del Nucleo SDAI Napoli della Marina Militare ha accusato parestesia alla gamba destra dovuta a sindrome da decompressione.

E’ stata necessaria l’assistenza della camera iperbarica dell’AOU “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona” di Salerno. Buone le condizioni del palombaro, oggi in convalescenza nella sua abitazione, grazie al tempestivo intervento ed alla terapia. Un grazie all’ospedale è arrivato con una lettera firmata da Gianfranco Tommasi, Capo Nucleo SDAI Napoli che scrive:”in tale spiacevole occasione, per il nostro militare, ho potuto verificare l’efficienza del Reparto di Medicina Iperbarica e non solo. Durante i trattamenti OTI ho avuto l’onore di conoscere il personale medico e tecnico del Reparto, potendone apprezzare il lato umano di ognuno di essi, per tale motivo rivolgo i miei complimenti al Dottor Lo Pardo per il suo staff che si è occupato del Sottocapo e mi ha costantemente tenuto informato sull’andamento del trattamento affinché lo Stato Maggiore sapesse in maniera puntuale e precisa sull’andamento delle cure.



Pubblicità'

Coronavirus: congiunto di positiva fatto scendere dal treno a Napoli

Notizia Precedente

Salerno: tartaruga Caretta Caretta salvata dalla Guardia Costiera

Prossima Notizia