Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Cronaca Napoli

Napoli, spacciava nel cuore della Movida: preso senegalese. Controllate circa 400 persone

Pubblicato

in

movida napoli


In questo fine settimana i carabinieri della compagnia Napoli centro insieme a quelli del reggimento Campania con il supporto del Nucleo elicotteristi di Pontecagnano – nell’ambito dei servizi disposti dal comando provinciale di Napoli – sono stati impegnati in un controllo a largo raggio nel centro storico della città e nei quartieri spagnoli.

 

Obiettivo del servizio la repressione dell’illegalità diffusa, il contrasto allo spaccio di droga e all’abuso di sostanze stupefacenti.I carabinieri del nucleo operativo della locale compagnia hanno arrestato per spaccio di droga Davare Dame, 41enne senegalese già noto alle forze dell’ordine. I militari – vestiti in borghese per passare inosservati – si sono addentrati nella movida napoletana concentrandosi nella zona dei decumani tra piazza san domenico maggiore e san lorenzo maggiore.

Hanno notato il 41enne attorno al quale troppe persone gironzolavano e si sono appostati per vedere cosa stesse accadendo. Non molto tempo è trascorso quando un “cliente” napoletano si è avvicinato a Dame e, dopo aver pagato, ha ricevuto in cambio 3 grammi di marijuana. I carabinieri sono interventi bloccando l’acquirente – segnalato alla prefettura quale assuntore di sostanza stupefacente – ed il pusher. Perquisito, il 41enne è stato trovato in possesso di altri 25 grammi della stessa sostanza già suddivisa in 10 involucri pronti per essere venduti. Rinvenuta e sequestrata anche la somma di 35 euro provento del reato. L’arrestato è stato trattenuto nelle camere di sicurezza della caserma in attesa di giudizio.

I controlli non sono però terminati ed i carabinieri hanno denunciato altre persone.
3 i parcheggiatori abusivi denunciati perché beccati nel centro storico con la recidiva nel biennio; 1 cittadino extracomunitario è stato denunciato per la violazione della normativa sull’immigrazione mentre 1 altro uomo è stato denunciato perché trovato alla guida di uno scooter che era sottoposto a sequestro.In totale sono 7 i cittadini segnalati alla prefettura perché assuntori di sostanza stupefacente.

Controlli capillari anche nei vicoli dei quartieri durante la movida: ben 368 persone sono state identificate e tra questi 120 sono pregiudicati.
Continua, infine, l’impegno dei carabinieri nella verifica del rispetto del codice della strada: 51 le contravvenzioni elevate per dimenticanza dei documenti di circolazione, per guida senza casco, per guida senza revisione, per il mancato utilizzo delle cinture di sicurezza, per mancata copertura assicurativa e per guida senza aver mai conseguito la patente. I controlli alla movida continueranno nei prossimi giorni e per tutta l’estate.

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca Napoli

Napoli, crollano i pannelli della parete sui tornelli della Linea 1 della Metro a Salvator Rosa

Pubblicato

in

Napoli, crollano i pannelli della parete sui tornelli della Linea 1 della Metro a Salvator Rosa.

 

Metro linea 1 Salvator Rosa, crollano i pannelli della parete sui tornelli. L’uscita già chiusa da tempo
Metro Linea 1 crollano pareti all’uscita di Salvator Rosa: l’accesso era già chiuso da mesi a causa di gravi infiltrazioni nei sottoservizi fognari. Giuseppe Alviti leader Federazione nazionale Lavoratori: “Ieri con la pioggia è crollato tutto. Per fortuna non c’è stato nessun ferito, essendo chiusa da tempo e sia dipendenti che cittadini sono al riparo. La situazione è molto grave ed i tempi di ripristino saranno lunghi. Noi come Federazione nazionale Lavoratori abbiamo sempre denunciato alla Regione Campania e al Comune di Napoli le ataviche problematiche di una Metro definita tra le più belle d ‘ Europa ma auspichiamo prima che realmente funzioni come tale e che non ci siano morti”.

Continua a leggere



Cronaca

Napoli, assembramenti sospetti al Frullone: in fila per i tamponi con una telecamera

Pubblicato

in

L’Asl Napoli ha segnalato un assembramento sospetto con telecamera: Una folla di non aventi diritto reclama tampone, poi si dilegua.” La salute non sia strumentalizzata per alimentare una visione distorta della realtà”.

 

Nel corso di questa mattina al Frullone, sede della Direzione Generale dell’ASL Napoli 1 Centro, una folla di almeno un centinaio di persone provenienti da diversi comuni limitrofi ha improvvisamente occupato l’area dedicata all’esecuzione dei tamponi. Tutti non residenti sul territorio di competenza dell’ASL Napoli 1 Centro (Anacapri, Capri, Napoli) ma con la pretesa di essere sottoposti al test “immediatamente”. Dopo aver reso dichiarazioni ad una persona (che, munito di telecamera e restando sempre all’esterno dell’ingresso principale, ha anche provveduto a girare immagini dell’assembramento) e, soprattutto, senza aver fatto alcun test e senza alcun ulteriore chiarimento, la folla si è improvvisamente dileguata. Difficile non leggere quanto è accaduto come una mera provocazione, sulla quale dovrà essere fatta chiarezza fino in fondo.

L’evento di stamane è apparso non solo inatteso, ma anche molto “sospetto” e stava per provocare l’interruzione di un servizio a favore di chi ne ha diritto. La Direzione Generale dell’ASL Napoli 1 Centro tiene a ribadire che per l’effettuazione dei tamponi l’iter è quello di rivolgersi al proprio medico di famiglia e quindi all’ASL di competenza rispetto al comune di residenza. Presso la postazione del Frullone si eseguono i tamponi di prima diagnosi solo per coloro i quali il medico di medicina generale o il pediatra di libera scelta ha richiesto l’effettuazione del tampone di prima diagnosi, inserendo la richiesta in piattaforma informatica.

La postazione del Frullone è dedicata in particolare agli asintomatici in condizioni di muoversi con mezzi propri. Per coloro che invece sono sintomatici, ovvero che non possono raggiungere con mezzi propri il Frullone, si provvede entro le 24/48 ore presso il proprio domicilio con le USCA. Le USCA, tra l’altro, garantiscono anche l’effettuazione a domicilio del primo e del secondo tampone di guarigione (nell’arco delle 24 ore). È bene chiarire che sono sottoposti a tampone naso-faringeo persone residenti ovvero domiciliati nei comuni di Anacapri, Capri e Napoli, processati ed esitati entro le 24 ore dalla loro effettuazione e gli esiti sono resi disponibili su piattaforma informatica a disposizione dei medici richiedenti. Negli ultimi giorni la media tamponi eseguita al Frullone è di circa 300 al giorno con tempi di attesa inferiori ai 30 minuti.

Alle ore 14,00 di oggi, già 400 tamponi sono stati eseguiti al Frullone mentre le nove USCA che stanno lavorando sul territorio (dalle 9,00 alle 17,00) ne hanno eseguiti oltre 100. Un lavoro straordinario reso possibile da tutte le donne e gli uomini che con abnegazione e sacrificio si spendono al servizio dell’ASL Napoli 1 Centro dando valore a quella che è la nostra visione “al lavoro per garantire salute”.

Continua a leggere



Le Notizie più lette