Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Cronaca Nera

Napoli, sfuggiti al blitz contro la Vanella Grassi: in 6 sono latitanti

Pubblicato

il

vanella grassi 6 latitanti


Blitz anticamorra, 6 dei 51 indagati ancora irreperibili. Si tratta di esponenti del clan della Vanella Grassi, nato dopo faida di Seecondigliano.

 

Sei dei 51 indagati nell’ambito delle investigazioni sul clan camorristico della Vanella Grassi sono ancora irreperibili e quindi latitanti. La maxi operazione, condotta dai poliziotti del Commissariato di Scampia e della Squadra mobile partenopea e dai carabinieri del Comando provinciale di Napoli coordinati dai magistrati della Direzione distrettuale antimafia, ha riguardato il gruppo criminale storicamente attivo nell’area Nord di Napoli prima come satellite dei Di Lauro e poi confluito nel cartello scissionista degli Amato-Pagano fino a diventare un clan autonomo dopo la sanguinosa faida del 2012-2013 che ne ha segnato la vittoriosa contrapposizione agli Abete Abbinante.

TI POTREBBEINTERESSARE ANCHE: Napoli, anche le bancarelle pagavano il pizzo alla Vanella Grassi. TUTTI I NOMI DEGLI ARRESTATI

I destinatari dell’ordinanza, tra i quali tre donne, sono indagati, a vario titolo, per associazione di stampo mafioso, associazione finalizzata al traffico e allo spaccio di stupefacenti, per numerosi episodi di spaccio, per estorsione aggravata e per porto e detenzione di armi.

 

 

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca Nera

Rapina a portavalori a Casandrino: rubato l’incasso di un supermercato

Pubblicato

il

Rapina a portavalori a Casandrino

Rapina a portavalori a Casandrino: rubato l’incasso di un supermercato.

La rapina è avvenuta questa mattina intorno alle 12, nei pressi del supermercato Lidl in via Paolo Borsellino. Quattro rapinatori a bordo di un’auto, armati e con volto coperto, hanno costretto una delle guardie giurate a consegnare la pistola e sono riusciti a portare via un plico contenente l’incasso del supermercato appena prelevato. I soldi erano destinati in banca. Ancora da quantificare il bottino. Dopo il colpo i rapinatori, che per modus operandi sono ritenuti esperti del ‘settore’, sono balzati in auto e scappati. Sono in corso indagini dei Carabinieri.

Continua a leggere

Cronaca Nera

Portava la droga a domicilio su ordinazione: arrestato pusher di Boscoreale

Pubblicato

il

droga a domicilio boscoreale

Portava la droga a domicilio su ordinazione: arrestato pusher di Boscoreale.

I Carabinieri della Stazione di Boscoreale, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Torre Annunziata, su richiesta della Procura della Repubblica di Torre Annunziata, hanno proceduto all’arresto di un uomo di Boscoreale, accusato di aver effettuato plurime cessioni di sostanze stupefacenti, del tipo “hashish” e “marijuana”, a diversi acquirenti nell’area vesuviana, attraverso consegne a domicilio.

Le cessioni della sostanza stupefacente, secondo quanto emerso dalla indagini condotte dai Carabinieri e coordinate dalla Procura della Repubblica, avvenivano previo contatto telefonico, utilizzando anche utenze “dedicate” ai soli contatti con il pusher e facendo ricorso ad un linguaggio criptico. Lo stupefacente veniva convenzionalmente indicato come “caffè”, oppure come “silicone”, o ancora veniva fatto riferimento a della “pittura verde” necessaria per dei lavori in un locale.

L’attività investigativa svolta, basata su intercettazioni telefoniche, servizi di osservazione e pedinamento e riconoscimenti fotografici, è stata suffragata da specifici riscontri oggettivi, con il sequestro di oltre un chilogrammo di “marijuana” e di 198 grammi di “hashish”. L’uomo destinatario del provvedimento, all’esito delle formalità di rito, è stato associato alla Casa Circondariale di Napoli Poggioreale.

Continua a leggere

Le Notizie più lette