Seguici sui Social

Politica Napoli

Napoli, de Magistris: “Miracolo non aver dichiarato dissesto comunale”

Pubblicato

in




“Noi abbiamo ridotto il disavanzo ma nel corso di questi anni le leggi sono cambiate tante di quelle volte che, alla fine, hanno pagato sempre i Comuni. E’ un miracolo il fatto che non abbiamo ancora dichiarato il dissesto”.

Lo ha detto il sindaco di Luigi , intervenuto a “Centocittà” su Radio 1. “Abbiamo ancora un debito storico dello Stato, non dei cittadini napoletani, che si trascina dal terremoto dell’80, quando avevo 13 anni. Noi non andremo in dissesto – ha ribadito – ma perché in questi anni siamo diventati acrobati dell’amministrazione. E’ un miracolo e la situazione non è migliore nelle altre città, anzi al Sud forse abbiamo la capacità di friggere il pesce con l’acqua, di saper resistere e anche di realizzare miracolo laici, ma pensiamo in città come Firenze e Venezia, che non hanno più la tassa di soggiorno dei turisti, come diventa difficile andare avanti”.

Sul fronte turismo, ha aggiunto de Magistris, “la situazione è drammatica anche se Napoli nel contesto non sta andando male, vedo segni di ripresa e anche turisti che cominciano a venire. Ovviamente, se pensiamo a cos’era NAPOLI tre mesi fa, ora tutti rimpiangono quel periodo anche se prima c’era il dibattito sulla gentrificazione, sui troppi turisti e sulla troppa internazionalizzazione. Ora – ha concluso de Magistris – bisogna ripartire, avere coraggio e visione, non scoraggiarsi ed essere responsabili sul piano sanitario ma senza allarmismo e terrorismo psicologico, altrimenti dalle nostre parti, dove lo tsunami pandemico non c’è stato, avremo più vittime sociali, economiche e del lavoro che per l’emergenza sanitaria”.

Continua a leggere
Pubblicità