Napoli, assembramenti irresponsabili nei locali della movida. A Coroglio feste a zero distanziamento sociale tutte le sere.

SULLO STESSO ARGOMENTO

Napoli, assembramenti irresponsabili nei locali della movida. A Coroglio feste a zero distanziamento sociale tutte le sere. Borrelli: “Servono controlli nei locali e nelle zone della movida. Un'altra ondata di epidemia ed un nuovo lockdwn sarebbero terribili per il nostro territorio.”

Ballare stretti addossati l'uno con l'altro sarebbe una cosa normale se non si fosse ancora in emergenza sanitaria, dove sono previsti dei protocolli di sicurezza da rispettare per contenere il numero di contagi.

Da quando, però, dal dopo lockdown hanno cominciato a riaprire le attività commerciali ed i locali notturni al Regionale dei Verdi- Verde Francesco Emilio Borrelli sono arrivate numerosissime segnalazioni, da parte di cittadini preoccupati, che denunciano senza rispetto del distanziamento sociale in molti locali notturni di , in particolare in un noto locale di via Nuova Nisida, dove sembra che  le serate danzanti senza regole siano all'ordine del giorno, come testimoniano le immagini inviate dai cittadini.

“C'è tanta irresponsabilità da parte di alcuni ragazzi ma anche da parte di alcuni gestori dei locali il cui modo di fare oltre che pericoloso per la pubblica salute è un insulto ed uno sfregio a tutte quelle attività che, pur tra mille difficoltà, vanno avanti rispettando le regole per il bene di tutti.  Non possiamo prevedere quale sarà l'andamento dei contagi nell'immediato futuro ma quel che è certo è che l'emergenza non è ancora finita, non siamo ancora al sicuro e per questo bisogna agire in modo responsabile e coscienzioso, una seconda ondata di epidemia, un secondo lockdown sarebbero terribili per la nostra economia e per il nostro tessuto sociale, quindi dobbiamo fare di tutto per evitarlo.  Chiediamo quindi controlli continui nei locali e nelle zone della , affinché i giovani possano divertirsi ma rispettando le regole. ”ha dichiarato il Consigliere Borrelli.

     

     

     

     

     



    Torna alla Home


    telegram

    Bimbo di 5 mesi muore azzannato dal pitbull di famiglia

    Un'immane tragedia ha colpito la comunità di Palazzolo Vercellese. Un bambino di soli cinque mesi è morto dopo essere stato azzannato da un cane di grossa taglia, un pitbull, all'interno della sua abitazione. I soccorsi sono stati immediati, ma purtroppo per il piccolo non c'è stato nulla da fare. Il...

    L’allarme di Arcigay: 149 casi di violenza o discriminazione nell’ultimo anno

    Nell'ultimo anno sono stati registrati 149 casi di violenze o discriminazioni ai danni di persone LGBTQI+, con una media di uno ogni due giorni. L'allarme e i dati sono forniti da Arcigay, che tiene il conto degli articoli di stampa e, in occasione della giornata internazionale contro l'omofobia, la...

    IN PRIMO PIANO