coronavirus spallanzani

Il Coronavirus causa anche problemi al cuore: lo studio dello Spallanzani per proteggere l’organo in caso seconda ondata.

 

Non solo problemi respiratori, ma anche aritmie e scompensi cardiaci. Il Coronavirus si e’ dimostrato capace di creare anche problemi al cuore. Per proteggerlo dal virus, e comprendere i meccanismi alla base dei danni causati dal Covid-19, il Centro Cardiologico Monzino, in collaborazione con Istituto Nazionale Malattie Infettive ‘Lazzaro Spallanzani’ di Roma e l’azienda di ricerca biomedica React4life, hanno avviato uno studio finanziato con mezzo milione di euro dalla Regione Lombardia.

Il progetto – dal titolo ‘Effetti dell’infezione da Covid-19 sull’infiammazione e la fibrosi cardiaca. Modellizzazione in vitro: Cardio-Cov’ – ha lo scopo di approfondire la relazione, non ancora chiara, fra SARS-CoV-2 e cellule del cuore. Non e’ chiaro, infatti, se aritmie e scompenso siano da imputare al virus o all’effetto della cosiddetta ‘tempesta citochinica’, l’aumento molto marcato di fattori infiammatori circolanti.

Grazie alla tecnologia e alle competenze impiegate, l’obiettivo della ricerca e’ quello di ottenere risultati immediatamente applicabili nel campo delle terapie farmacologiche cardioprotettive, per proteggere il cuore con nuovi strumenti e, quindi, ridurre mortalita’ ed effetti del Covid-19.



Pubblicità'

Traffico di droga tra Salerno, Napoli, Scafati e Boscoreale gestito da Raffaele Iavarone e il clan Aquino. I NOMI DEGLI ARRESTATI

Notizia Precedente

Vladimiro Bottone con ‘Non c’era mai stato’, tra i protagonisti di Salerno Letteratura Festival

Prossima Notizia