Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Campania

Coronavirus, allarme nel Nolano: uomo contagia 7 persone

Pubblicato

in

coronavirus torre del greco


Il coronavirus torna a far tremare il Nolano, in provincia di NAPOLI, dove in questi giorni saranno effettuati tamponi ai bambini ed ai dipendenti di un campo estivo frequentato da una piccola risultata positiva al Covid19, ed ai partecipanti ad un funerale, tutti collegati al caso di un uomo tornato da un viaggio in Serbia.

Della vicenda si e’ occupato oggi Il Mattino. In pochi giorni sono stati gia’ sette, infatti, i casi conclamati collegati ad un 30enne di Cimitile (NAPOLI), che ha contagiato i suoi familiari, tra cui la figlia piccola e la nipotina, un amico al quale aveva chiesto di andarlo a prendere in aeroporto, che a sua volta ha infettato la fidanzata. L’uomo tornato dalla Serbia, nei giorni scorsi ha cominciato ad accusare i primi sintomi ed e’ ora ricoverato in terapia sub intensiva al Cotugno di NAPOLI. A risultare positivi sono poi stati la mamma del giovane e la figlia di quest’ultimo che fino a qualche giorno fa ha frequentato un campo estivo sul territorio, poi chiuso. Oltre a loro sono risultati positivi anche la sorella, il cognato e la nipotina dell’uomo, che vivono nella vicina Camposano. Ma la catena dei contagi non si e’ fermata ai soli familiari: il giovane infatti aveva chiesto ad un amico di un altro comune vicino, Cicciano, di andarlo a prendere all’aeroporto al suo ritorno dalla Serbia, ed anche il ragazzo e’ poi risultato positivo.

coronavirusIl giovane di Cicciano, che si e’ autodenunciato anche sui social chiedendo a chi lo avesse incontrato di effettuare test o di autoisolarsi, e’ domiciliato ad Acerra, dove vive con la fidanzata, anche lei risultata positiva al test. E la catena potrebbe non fermarsi ancora. Il sindaco di Cimitile, Nunzio Provvisiero, ha infatti chiesto il tampone per tutti i bambini ed il personale addetto al campo estivo frequentato dalla bambina risultata positiva, ed ha chiuso in via precauzionale un parco del territorio. A Cicciano, invece, il sindaco Giovanni Corrado ha emanato un’ordinanza disponendo la mascherina anche all’aperto, ed ha invitato tutti i partecipanti ad un funerale svoltosi nei giorni scorsi, di recarsi domani a fare il tampone in una struttura del territorio. La decisione e’ stata presa dopo che il primo cittadino e’ stato informato dall’azienda sanitaria di ”altri casi” collegati al primo di Cimitile e al conseguente positivo di Cicciano. Tutti i casi accertati erano stati posti in isolamento dopo la scoperta della positivita’ del tampone sul paziente di Cimitile poi ricoverato in ospedale.

Continua a leggere
Pubblicità

Benevento e Provincia

Giovane migrante muore nel Beneventano travolto dal Tir su cui si era nascosto

Pubblicato

in

Giovane migrante muore nel Beneventano travolto dal Tir su cui si era nascosto

Un giovane migrante è morto dopo essere stato travolto da un tir sul quale aveva viaggiato di nascosto. È successo lungo la statale 90 bis, nel territorio del comune di Paduli (Benevento), poco prima dell’ingresso di un’azienda che si occupa della lavorazione dei tabacchi. Il tir era partito dalla Bulgaria diretto in Portogallo ed era sbarcato a Brindisi, per poi fare tappa nel Sannio

Secondo una prima ricostruzione, come riportano le cronache locali, il giovane migrante – un ragazzo tra i 20 e i 25 anni di cui non si conoscono ancora le generalità – si sarebbe nascosto sul mezzo tra il rimorchio e la motrice. A un certo punto sarebbe caduto e sarebbe stato travolto dal tir che stava svoltando per accedere al piazzale della ditta. L’autotrasportatore, avvertendo che qualcosa era finito tra le ruote, si è fermato e ha visto il corpo straziato del giovane. La salma del giovane migrante è stata trasportata presso l’obitorio dell’ospedale Rummo di Benevento.

Sono intervenuti i carabinieri del comando provinciale di Benevento, ai quali l’autista del tir ha detto di non sapere che sul suo mezzo si era nascosto il giovane. La posizione dell’autotrasportatore è ora al vaglio degli inquirenti.

Continua a leggere



Campania

ANCI, progetto «Cives» intitolato a Maurizio Valenzi: training camp per giovani amministratori al via il 9 ottobre

Pubblicato

in

ANCI, progetto «Cives» intitolato a Maurizio Valenzi: training camp per giovani amministratori al via il 9 ottobre

Napoli, 24 settembre 2020 – Prenderanno il via sabato 9 e domenica 10 ottobre a Napoli i training camp per giovani amministratori della Campania nel prestigioso Complesso monumentale di Sant’Anna dei Lombardi. Il progetto «Cives», nuova edizione della scuola di formazione dell’ANCI Campania, sarà intitolato quest’anno alla memoria di Maurizio Valenzi, sindaco di Napoli dal 1975 al 1983, fondatore e primo presidente dell’ANCI Campania. Il progetto, realizzato in collaborazione con la Fondazione Valenzi onlus nell’ambito del “Programma Scuola Viva – Azioni di accompagnamento” Por FSE Campania 2014-2020, dopo essersi affermato con successo negli scorsi anni, prevede l’impegno di 120 giovani amministratori in sessioni di formazione e workshop con speaker di alto profilo. Gli argomenti principali proposti per quattro training camp da 30 allievi ognuno, impegnati in due fine settimana di lezioni, sono i temi più attuali della pubblica amministrazione: ambiente, energia e territorio, comunicazione, sviluppo sociale e cittadinanza europea. Successivamente gli amministratori saranno protagonisti dei «civic training days», incontri pianificati negli istituti scolastici superiori al fine di diffondere nelle giovani generazioni una visione positiva dell’impegno nell’amministrazione della cosa pubblica. La giovane classe politica si rivolgerà agli studenti rendendo noti i compiti e le responsabilità delle istituzioni locali.

«Sono molto felice di questa collaborazione tra ANCI e Fondazione Valenzi – afferma la presidente Lucia Valenzi – La nostra fondazione non vuole avere un intento commemorativo, ma invece proattivo, presente nell’attualità, e questa iniziativa è nella linea dell’impegno di mio padre diretto a promuovere la collaborazione tra gli enti locali e i loro amministratori per il benessere dei cittadini».

«L’Anci Campania – dichiara il presidente Carlo Marino – attraverso i suoi training camp offre un’occasione unica di formazione ai giovani amministratori sui temi principali del buon governo delle istituzioni. Intitolando l’edizione di un anno così difficile alla memoria di Maurizio Valenzi abbiamo inteso ribadire l’importanza che alle più alte responsabilità politiche corrispondano altrettanto nobili valori umani ed etici».

Il bando di partecipazione del progetto «Cives» dedicato alla memoria di Maurizio Valenzi è aperto fino a esaurimento posti a sindaci, vicesindaci, assessori, consiglieri comunali, municipali e dei Forum dei Giovani under 35, ed è disponibile al link: http://www.ancicampania.it/progetto-cives-avviso-di-selezione-per-i-giovani-amministratori/.

 

Continua a leggere



Pubblicità

Pubblicità

DALLA HOME

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette