napoli-caos-viabilita-movida

Napoli. Inferno viabilità nel sabato della movida, Borrelli e Iodice (Verdi): “Caos al Corso Vittorio Emanuele, ignorata nostra richiesta di lavorare durante lockdown. Auto e scooter circolano sui marciapiedi anche a Mergellina e sul Lungomare”.

 

“ E’ stato un sabato infernale per residenti e automobilisti del Corso Vittorio Emanuele e di tante altre strade della movida, costretti ad assistere a un vero e proprio campionario di illegalità e follia stradale. Per lavori di manutenzione il Corso che collega due poli opposti della città, è interrotto in più tratti da cantieri. Insieme a Salvatore Iodice, consigliere della II Municipalità, avevamo chiesto di approfittare del lockdown per procedere in maniera snella con i lavori affinchè si evitassero scene epiche come quella che si è verificata sabato sera. Il mancato rispetto della percorribilità a senso unico alternato ha provocato la paralisi totale. Motorini sui marciapiedi tra i pedoni e negli spazi delimitati dai reticolati del cantiere, mentre sulla carreggiata macchine incastrate, in un senso e nell’altro, nell’impossibilità di procedere.

LEGGI ANCHE  Papa Francesco ricorda Maradona: 'In campo era un poeta, ma un uomo molto fragile'

Era da prevedere che accadesse con il ritorno alla normalità e per giunta di sabato sera. La nostra richiesta di approfittare del lockdown è stata ignorata, a questo punto Corso Vittorio Emanuele va presidiata dalla polizia municipale per garantire la corretta percorribilità e la sicurezza a pedoni e residenti. Come da pattugliare è il quadrilatero Viale Gramsci, Piazza Sannazaro, Mergellina, via Caracciolo, eloquenti le immagini degli ingorghi, di scooter e automobili in transito sui marciapiedi e in contromano, seguiti da strombazzamenti e schiamazzi in barba al diritto al riposo dei residenti. Una situazione di caos insostenibile”. Lo hanno detto Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale dei Verdi, e Salvatore Iodice consigliere del Sole che Ride della II Municipalità.

LEGGI ANCHE  Donna ferita a Mugnano: è stata una scheggia e non un proiettile

“Simili avvenimenti possono accendere micce travolgenti- ha proseguito Borrelli – e scatenare pericoli di ordine pubblico e sicurezza. La sorte ha evitato che la condizione di assoluto fuori controllo degenerasse in conseguenze peggiori. Il sabato sera, in particolar modo, la città è da considerare un’osservata speciale mille sono le insidie ordite dal popolo delle notte”.

 

https://www.facebook.com/francescoemilio.borrelli/videos/582137762441146/


‘Leggenda’, i complimenti di Hamisk al ‘Bomber’ Mertens

Notizia Precedente

Napoli, ambulanza bloccata dalle auto in sosta: equipaggio aggredito per i ritardi

Prossima Notizia


Scrivi la tua opinione


Iscriviti alla Newsletter

* indicates required

Ti potrebbe interessare..