Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Sport

Givova Scafati basket: arriva il ‘gigante’ americano Charles Thomas

Pubblicità'

Pubblicato

il

Givova Scafati basket: arriva il 'gigante' americano Charles Thomas


Pubblicità'

La Givova Scafati informa di aver concluso l’accordo con l’atleta statunitense . Ala grande / centro di 201 cm per 102 kg, dispone di importanti mezzi fisici, tali da renderlo un giocatore esplosivo e versatile, in grado di giocare si fronte che spalle al canestro, con numeri importanti ed esperienza da vendere, anche nei campionati italiani, dove gioca ininterrottamente già da tre anni.

 

Nato a Jackson (nel Mississippi) il 21 gennaio del 1986, il neo acquisto gialloblù cresceva cestisticamente, durante la high school, nelle fila degli Arkansas Razorbacks. La prima esperienza fuori dalla propria nazione risaliva al 2008/2009, durante la quale giocava prima per l’Atletico Bigua in Uruguay (15,3 punti e 9,98 rimbalzi di media), poi per il Forssan Korlpojat in Fionlandia (16,9 punti e 8,4 rimbalzi di media) ed infine per il KK Siroki Eronet in Bosnia. La stagione successiva passava in Ucraina, dove vi restava per diverse stagioni, iniziando nelle fila del Ferro ZNTU Zaporoshye (20 punti e 10,2 rimbalzi di media). Poi si spostava nel 2010/2011 all’Azovmash Mariupol (12,1 punti e 6,1 rimbalzi di media), in seguito al Dnipro Dnepropetrovsk (14,3 punti e 5,8 rimbalzi di media) ed infine (2012/2013) al Sk Cherkasy Monkeys (16,9 punti e 5,7 rimbalzi di media).

Dopo l’esperienza ucraina, si trasferiva in Francia per indossare la divisa del Chorale de Roanne Basket e poi (da dicembre 2013) in Libano con la maglia di Al Hekmeh Beirut (19,3 punti e 8,9 rimbalzi di media). Era poi la volta del campionato bulgaro con la casacca di Lukoil Academic Sofia, che svestiva a dicembre 2014 per tornare a giocare con Al Hekmeh Beirut (17,9 punti e 8,1 rimbalzi di media) e concludere la stagione in Israele con il Maccabi Ashdod, società con la quale militava anche nella stagione 2015/2016 (19,6 punti e 5,4 rimbalzi di media). Restava in Israele nella stagione 2016/2017 per favorire il Maccabi Rishon Le-Zion (12,5 punti e 4,8 rimbalzi). Poi iniziava l’avventura italiana, prima a Cantù in massima serie (12,2 punti e 4,2 rimbalzi di media), poi a Legnano in serie A2 (24,6 punti e 7,4 rimbalzi di media) ed infine, dopo una breve parentesi venezuelana con il Trotamundos de Carabobo, a Ravenna, dove, nell’ultima stagione, ha fatto registrare 19,9 punti e 6,6 rimbalzi di media.

Dichiarazione del responsabile scouting Enrico Longobardi: «Quest’anno per gli USA abbiamo deciso di iniziare andando sul sicuro, cioè firmando quello che probabilmente sarebbe stato l’MVP dello scorso campionato. Abbiamo sempre e solo puntato su Charles, è stato il nostro primo obiettivo fin dall’inizio e non abbiamo mai cercato nessun altro, anche perché vogliamo avere leader non solo tra il gruppo di italiani, che è pieno di giocatori di personalità, ma anche tra gli stranieri, che dovranno mettere la ciliegina sulla torta al mercato di alto livello che abbiamo portato avanti».

Continua a leggere
Pubblicità

Italia

Come sopravvivere alle domeniche senza calcio

Pubblicato

il

domeniche senza calcio

Una risposta facile e veloce alla domanda “cosa fare a casa una domenica senza calcio?”, ecco qua una mini-guida per voi!!

 

Toccate tutto ma non il calcio alla domenica. Se esiste qualcosa che infastidisce i suoi amatori è proprio la sosta del campionato, che si fa per consentire lo svolgimento delle gare nazionali. Sono periodi di disagio per chi ama lo sport perché difficile restarne senza!

 

Ma anche in questo periodo storico di Covid-19, abbiamo visto sospendere tutte le partite per le restrizioni sanitarie. E il dilemma più grande che si sono posti gli appassionati che attendono la ripresa delle partite è proprio quello: “cosa fare a casa in una domenica senza calcio?”.

 

Le opzioni in realtà sono tante, dalle classiche passeggiate all’aria aperta o ore a sbirciare blog e siti per programmare un viaggio.

 

Infatti, in questa mini guida cercheremo di elencare alcune buone attività per uscire “indenni” da queste noiose domeniche senza calcio:

domeniche senza calcio

  • Le passeggiate all’aria aperta

Nelle belle giornate non c’è niente di meglio che uscire all’aria aperta per fare una classica scampagnata. Un’ottima opzione per una domenica senza calcio è scegliere una meta in mezzo alla natura dove poter passeggiare in totale tranquillità e approfittare per respirare un po’ di aria pulita.

 

Se non riesci a stare senza il calcio, puoi sempre portare dietro un pallone e invitare qualche amico e il gioco è fatto. Un campo da calcio con un panorama del genere dove trovi?

 

  • Navigare su Internet

Se non vuoi rinunciare alla comodità di stare a casa, o se il tempo fuori non aiuta, Internet può venire in tuo supporto.

 

Oltre che guardare alcune partite storiche su youtube o cercare informazioni riguardo ai tuoi calciatori preferiti, puoi divertirti su Google cercando mete per il tuo prossimo viaggio, ad esempio.

 

Ci sono blog, come Wanderlust in Travel, che condividono esperienze di viaggio con itinerari, anche brevi, per dei weekend fuori porta ma anche viaggi lunghi.

 

Son consigli preziosi per sfruttare al meglio ogni città!

domeniche senza calcio

  • Dedicare un po’ di tempo alla tua persona

Una delle lamentele principali che gli appassionati di calcio subiscono maggiormente è, appunto, la mancanza di attenzioni verso il partner perché “troppo concentrati a vedere dei tizi che rincorrono una palla”.

 

Diciamocelo, siamo passati tutti e forse qualcuno lo sta vivendo proprio adesso. Per cui, perché non approfittare di una domenica senza calcio per fare tutte quelle attività di coppia che continui a rimandare?

 

Visto che sei libero, tanto vale fare quel giro all’Ikea o quel lavoretto in casa che hai promesso da mesi.

Ma anche semplicemente uscire per mangiare un gelato insieme.

 

Questo ti permetterà quantomeno di avere una carta da giocare dopo, quando la stagione riprenderà!

 

  • Fare sport e non limitarsi a guardarlo

Non basta restare ore sul divano a guardare una partita per far sport.

Adesso che hai tempo scendi in strada e praticalo tu!

 

Un buon suggerimento per passare una domenica diversa all’insegna della salute è fare attività fisica: oltre che divertente e è stato dimostrato che fare sport può portare benefici anche alla psiche!

 

Ecco perché bisogna praticare! Carta libera all’immaginazione: oltre che al calcio stesso, puoi provare la corsa, il nuoto o addirittura il trekking in montagna…la parola d’ordine è: muoversi!

 

  • Acquista un bel libro

Non è una pratica molto comune tra gli italiani fermarsi a leggere un buon libro. Con tutte le distrazioni che ci sono attualmente come le tv, gli smartphones, i videogames e app varie, sembra quasi che non “si abbia tempo per leggere” e questo è un vero peccato.

 

Leggere è una ottima pratica per il cervello, perché lo tiene allenato e crea molti spunti di conversazione.

Ah, se tu non riuscissi a fare a meno del calcio esiste in commercio una vasta gamma di libri su questo ed altri sport.

 

A tal proposito possiamo consigliarti alcuni classici come “Splendori e miserie del calcio” di Eduardo Galeano, a romanzi come “Febbre a 90°” di Nick Hornby, fino ad arrivare a “Gol di Rapina”, saggio-inchiesta di Pippo Russo che svela tutte le irregolarità dietro i trasferimenti milionari di calciatori! Tutte ottime letture…Prova a leggerli, chissà magari nasce una nuova passione!

 

Pubblicità'

Le Notizie più lette