Napoli.”Al Cardarelli abbiamo raggiunto già numeri importanti, circa 180 accessi al giorno, e molti pazienti non si sono curati durante il lockdown quindi arrivano con situazioni cliniche complesse.

 

In più in un pronto soccorso affollato si fa fatica a mantenere il distanziamento”.  Fiorella Paladino, responsabile del Pronto Soccorso del Cardarelli, parla del ritorno alla normalità del più grande ospedale del Sud nell’uscita dall’emergenza covid19.

“Abbiamo creato – spiega – delle recinzioni per cercare di mantenere la distanza ma ci sono momenti di criticità e anche la ricettività dell’ospedale si è ridotta. Avevamo letti aggiunti momentanei, le barelle, e ora non possiamo averle. Tutti gli ospedali sono molto in sofferenza”.



Pubblicità'

Torre Annunziata, ‘Mesata’ alle famiglie dei killer Siani,il sindaco Ascione: ‘Cè ancora tanto lavoro da fare’

Notizia Precedente

De Palma, Nursing up: “Pronti a scendere nelle piazze e portare in tribunale le cause degli infermieri italiani”

Prossima Notizia