Il vice-sindaco di San Sebastiano sull’uccisione del cane Bob: ‘Era un cane adottato dal popolo’

SULLO STESSO ARGOMENTO

Il vice-sindaco di San Sebastiano al Vesuvio sull’uccisione del cane Bob: “Era un cane adottato dal popolo. Ci è stato portato via con un gesto criminale e vigliacco.” Borrelli e Simioli:” Sarà simbolo della lotta alla violenza sugli animali.”

In merito alla vicenda di Bob, il cane sindaco di san Sebastiano al Vesuvio, è intervenuto in diretta telefonica alla trasmissione radiofonica “La Radiazza”, condotta da Gianni Simioli e con il Consigliere Regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli, il vicesindaco del comune vesuviano Giuseppe Panico: “San Sebastiano è una città profondamente legata al mondo canino. Basti pensare che nella zona frequentata da Bob, dove ci sono numerosi spazi verdi, i commercianti mettono all’esterno dei loro negozi ciotole con acque e croccantini a disposizione dei randagi. Bob era un cane adottato dal popolo, era un cane di quartiere che teneva anche compagnia alle persone sole, ne faceva da guardia. Ci è stato portato via con un gesto criminale e vigliacco, per questo siamo tutti molto addolorati e vogliamo giustizia.”

“Purtroppo la violenza contro gli animali è in aumento così come lo è il numero degli incidenti automobilistici che coinvolgono i cani randagi. La violenza contro gli animali così come l’omissione di soccorso è qualcosa di molto grave e vergognoso, per questo abbiamo pensato che Bob debba diventare il simbolo della lotta contro gli abusi e le violenze sugli animali. Il titolare del cimitero degli animali di Qualiano, Ludovico De Luca, ci ha contattato offrendosi di realizzare una statua per il cane “sindaco” di San Sebastiano” – hanno dichiarato il Consigliere Borrelli e Simioli.cane bob



Torna alla Home

telegram

LIVE NEWS

Operaio in nero morto a Scafati: 5 indagati

Sono cinque gli indagati per la morte del giovane operaio Alessandro Panariello, il 21enne operaio di Poggiomarino travolto ed ucciso da una lastra di acciaio che stava sollevando con una carrucola in un cantiere edile di via Melchiade a Scafati. La famiglia attraverso gli avvocati Gennaro Caracciolo e Agostino Russo...

A Pozzuoli 35 abitazioni sgomberate. Chiuso anche il mercato ittico: tetto pericolante

Pozzuoli. A seguito dello sciame sismico che sta interessando i Campi Flegrei, sono state sgomberate a scopo precauzionale 35 abitazioni in tre edifici a Pozzuoli. Lo rende noto la Prefettura di Napoli. I vigili urbani dopo le verifiche dei vigili del fuoco hanno disposto la chiusura del mercato ittico perché...

CRONACA NAPOLI