Asporto o consegna a domicilio fa poca differenza per i ristoranti, le pizzerie, le rosticcerie di piccoli comuni, dove le grandi piattaforme di food delivery non arrivano e la organizzazione del servizio ha dei costi e dei tempi che la nuova crisi non consente. Un giovane studente di ingegneria informatica dell’universita’ del Sannio ha deciso per questo di lanciare una nuova piattaforma dedicata appunto alle piccole realta’ delle aree interne, non soltanto in Campania, ma in tutta Italia. Per Matteo Nista, 21 anni di Bucciano, “ci sono anche ristoranti in piccole realta’ del Nord che faticano a stare al passo in questo periodo. Anche se l’idea e’ nata proprio osservando la realta’ che mi circonda, che e’ quella di un piccolo paese con ristoranti e pizzerie che non riescono a gestire i tempi, le ordinazioni e i pagamenti immediati”.

Fase 2: piattaforma gratuita per delivery piccoli ristoranti
di Nicola Rugantino per Cronache della Campania

ADS



Collaboratore di lunga data di Cronache della Campania Da sempre attento osservatore della società e degli eventi. Segue la cronaca nera. Ha collaborato con diverse redazioni.

Coronavirus, annnullati i due concerti italiani di Paul McCartney. I biglietti verranno rimborsati

Notizia precedente

‘Operatori sanitari sempre meno e sempre più anziani’, la denuncia della Cisl Salerno

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..