Seguici sui Social

Napoli e Provincia

La Commissione Straordinaria di Arzano lancia un appello alla città chiedendo, a chi ne ha la possibilità, una donazione per sostenere le famiglie indigenti

Pubblicato

in


Pubblicità


Arzano – Finanziamenti pubblici e conto dedicato: la Commissione Straordinaria di Arzano lancia un appello alla città chiedendo, a chi ne ha la possibilità, una donazione per sostenere le famiglie meno abbienti o chi vive in difficoltà economica in seguito all’emergenza sanitaria da COVID-19. Controlli delle forze delle forze dell’Ordine su domande e beneficiari. Le donazioni private si assoceranno ai finanziamenti statali. Intanto, la parrocchia capeggiata da don Alessandro Overa – già finito al centro di aspre polemiche per una serie di abusi edilizi – e già beneficiaria di donazioni private, scarica le responsabilità sul comune e solleva dubbi sulle altre parrocchie. Nel prendere atto della situazione emergenziale connessa alla diffusione del contagio da Covid-19 che ha assunto una connotazione di eccezionalità tale da richiedere interventi altrettanto straordinari per la sua gestione, questa Commissione Straordinaria, all’interno di un più ampio quadro di interventi assistenziali alle fasce deboli, ha predisposto misure di sostegno alimentare, al fine di assicurare un aiuto concreto alle famiglie in difficoltà, in conseguenza anche dell’interruzione delle attività produttive e lavorative. A tal proposito l’ente comunale rende noto l’IBAN del conto corrente sul quale effettuare la donazione: IT31G0760103400001049375858 intestato al Comune di Arzano – Emergenza COVID 19.

Nella causale dovrà essere indicata la seguente dicitura: “COVID 19. Donazione per sostegno famiglie bisognose di Arzano“. Atteso che il Governo ha stanziato fondi di solidarietà alimentare esclusivamente per spese alimentari in favore dei più bisognosi che saranno erogati in buoni alle famiglie da spendere presso operatori economici presenti sul territorio del Comune di Arzano, invitando a sottoscrivere apposita convenzione con l’ Ente. Informando, altresì, che gli operatori commerciali dovranno impegnarsi, oltre che a fornire i beni, anche, ove possibile, alla loro consegna presso l’abitazione dei richiedenti. Nelle operazioni di consegna dei pacchi alimentari saranno impegnati anche gli operatori delle associazioni di volontariato presenti nel COC. Per accedere al beneficio i richiedenti dovranno rispettare i seguenti requisiti minimi: Essere già censiti come indigenti negli elenchi dell’Ufficio dei Servizi Sociali di questo Comune o trovarsi in una situazione di sopravvenuta difficoltà socio-economica a causa dell’emergenza Covid-19 dichiarandone le motivazioni; B) essere residenti nel Comune di Arzano; non essere già beneficiari di sostegno attraverso la consegna di panieri alimentari promossa dall’Ambito NA 18. E non essere beneficiari di un reddito di cittadinanza superiore ai 400 euro mensili per nuclei familiari fino a due persone e 700 euro mensili per nuclei familiari composti da tre o più persone; dichiarare che i componenti del nucleo familiare non sono beneficiari di ammortizzatori sociali (es Naspi, CIG, ecc.) per una somma complessiva superiore a 700 euro mensili. Dichiarare che i componenti del nucleo familiare non hanno guadagnato nel 2019 nel loro complesso una cifra superiore a euro 20.000 per nuclei familiari composti da una o due persone euro 30.000,00 per nuclei superiori a due persone .

Pubblicità

G.S.

Continua a leggere
Pubblicità