E’ morto a Catania il giornalista Lillo Venezia, uno dei primi redattori dei Siciliani di Giuseppe Fava dall’83 in poi.
Con Vincenzo Sparagna, Vincino Gallo e Andrea Pazienza fu tra i fondatori del “Il Male”, settimanale satirico degli anni Settanta.

Lillo Venezia è stata una delle figure più significative dei movimenti sociali e del giornalismo libero dal ’68 in poi. Con Mauro Rostagno e Peppino Impastato aveva fatto parte del gruppo di Lotta Continua, impegnato in Sicilia non solo nelle lotte operaie e studentesche ma anche in quelle contro i poteri mafiosi. Da giornalista aveva subito oltre cento denunce, finito perfino in carcere per i suoi articoli contro i potenti di allora.
E’ morto a settant’anni, povero, con una pensione sociale di appena quattrocento euro.