Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Cultura

‘Al di là della nebbia’, il fantasy noir firmato Segreti in giallo Edizioni

Pubblicità'

Pubblicato

il

Al di là della nebbia


Pubblicità'

In uscita, giovedì 26 marzo, il romanzo “Al di là della nebbia” di Francesco Cheynet e Lucio Schina, edito Segreti in giallo Edizioni.
La casa editrice campana, nata dall’incrocio di intenti di Rosa Caruso, (blogger) e Maria Grazia Porceddu (giornalista) è alla sua quarta pubblicazione.
“A un mese dall’inizio effettivo della nostra attività editoriale – dichiarano Rosa Caruso e Maria Grazia Porceddu – siamo soddisfatte dei risultati ottenuti e dei numerosi riscontri. Nonostante il periodo non certo felice e dopo l’interruzione momentanea della distribuzione dei libri cartacei, il nostro lavoro prosegue. Attraverso la diffusione in digitale vogliamo continuare a regalare emozioni ai nostri lettori, fornendo una opportunità di distrazione in un momento particolarmente difficile”.
Nello specifico, la collana Segreti in Giallo tratta i generi Giallo, Thriller, Paranormal, Horror, Gotico, Steampunk, Dark. Accanto a quelli che sono gli elementi caratteristici di ogni singolo genere si ricercano originalità dei testi e una narrazione accattivante.
“Anche stavolta – evidenziano – pubblichiamo un romanzo di indubbia qualità e che mette in luce il talento di due autori esordienti. Cheynet e Schina hanno una penna particolarmente raffinata ed elegante, ma soprattutto una indubbia capacità di tenere incollato il lettore fino all’ultima pagina, tessendo una vicenda carica di atmosfera e suggestioni. Per gli amanti della Londra Vittoriana e di Agatha Christie è un romanzo impedibile”.
Si tratta di un fantasy noir in cui gli autori mescolano con abilità tinte horror e riferimenti al giallo. Il racconto trascinerà il lettore nel lucido inferno della colpa. Il bene e il male al centro di un precario equilibrio da ristabilire. Continuamente.
Al di là della nebbia è stato finalista sia al concorso “Io scrittore” del 2019 che al concorso “1 Giallo x mille”, sempre del 2019. Il romanzo sarà disponibile su tutti gli store online e, al ripristino della normalità, anche in tutte le librerie italiane.

Sinossi
La terrificante esperienza del giovane avvocato Edward Jenkins ha inizio in una fredda e nebbiosa sera di novembre del 1885, sulla banchina della stazione ferroviaria di Skegness. Nella tasca interna del cappotto conserva una misteriosa lettera ricevuta qualche giorno prima, in cui gli viene prospettata la possibilità di chiudere il più importante affare della sua vita. Sono troppi però gli interrogativi ai quali l’avvocato deve dare una risposta: perché l’autore non ha firmato la lettera? Dove si trova Fault City, la sconosciuta cittadina nella quale viene invitato a trascorrere il fine settimana? E chi sono gli unici altri due passeggeri che incontrerà sul treno?
Nella cupa atmosfera autunnale dell’Inghilterra Vittoriana, un treno notturno sarà teatro di una serie di eventi apparentemente inspiegabili, dove lo stesso filo sottile che divide il razionale dal fantastico unirà il destino di tre individui, accomunati dal desiderio di ricchezza e da un terribile segreto nascosto nei meandri delle loro coscienze.
Un romanzo fantasy noir che esplora i lati più oscuri dell’animo umano, in cui ognuno sarà vittima delle proprie debolezze, in un crescendo di situazioni che costringeranno i protagonisti a prendere consapevolezza della propria natura ambigua.

Lucio Schina nasce in provincia di Roma. Laureato in antropologia, divide il suo tempo libero tra la lettura e la scrittura, con cui porta avanti un rapporto conflittuale. Ama il cinema horror e nutre una speciale predilezione per Dario Argento.
Il resto è tutto in divenire.
Francesco Cheynet vive a Roma ed è insegnante di scuola primaria.
Collabora come copywriter freelance con varie aziende immettendo contenuti sui siti web e contribuendo alla realizzazione di voucher e brochure. Predilige il genere Giallo – Thriller e già ha ottenuto vari riconoscimenti in concorsi letterari.

Continua a leggere
Pubblicità

Cultura

Biblioteca Girolamini di Napoli: i manoscritti saranno digitalizzati

Pubblicato

il

biblioteca girolamini
foto archivio

Biblioteca Girolamini di Napoli: i manoscritti saranno digitalizzati da Netcom Group, SA Documents e SA Lombardia, in collaborazione con la Federico II

Approvato dal MISE, Ministero dello Sviluppo Economico, un progetto presentato dalle società NetCom Group, SA Lombardia, SA Documents partner industriali strategici e con l’Ateneo Federico II quale partner scientifico, per la digitalizzazione dei manoscritti della Biblioteca dei Girolamini di Napoli. Il progetto, del valore di oltre 15 milioni di euro, verrà supportato dal MISE con un contributo di 6 milioni di euro, dei quali 2,2 milioni alla Federico II, in particolare al Dipartimento di Studi Umanistici ed al Dipartimento di Fisica. La biblioteca ha circa 160.000 tra libri e documenti, ed il progetto avvierà la digitalizzazione dei 5.000 manoscritti antichi, in modo compatibile con il progetto Digita Vaticana avviato presso la Biblioteca Vaticana nel 2013.Il progetto MAGIC nel suo complesso nasce da un’idea, ed è dedicato alla memoria, del professor Alberto Varvaro, un maestro nel campo; esso vede come responsabile scientifico il professor Guido Russo, ed ha un comitato scientifico formato dai professori Guido Trombetti, Andrea Mazzucchi, Pasqualino Maddalena e lo stesso Guido Russo. Obiettivo principale del progetto MAGIC è la creazione di un Centro Servizi per la valorizzazione della Biblioteca dei Girolamini a Napoli, un raro esempio di opere letterarie dal forte valore storico e simbolico. Tutto questo sarà possibile proprio grazie alla collaborazione di Netcom Group con la SA Documents e la SA Lombardia, partner industriali strategici per la dematerializzazione dei testi, e con la Federico II, il cui ruolo sarà cruciale per garantire un rigoroso approccio scientifico alla valorizzazione dei testi. In tale partenariato, NetCom Group si occuperà di affrontare tutte le sfide tecnologiche, applicando metodologie di IoT, Big Data Analytics ed AI.

Il progetto è stato dunque valutato favorevolmente dal MISE nell’ambito dei progetti “Accordi di Innovazione” ed è stato descritto in un recente articolo scientifico tra i cui autori compaiono l’Ing. Alessandro Salvi ed il dott. Ciro Muraglia di NetCom Group. Saranno bandite 10 tra borse ed assegni di ricerca, in tutti i temi trattati dal progetto. «Con il progetto MAGIC– sottolinea il Presidente e Ceo di NetCom Group, Domenico Lanzo – la nostra azienda punta a confermarsi come gruppo industriale di riferimento a livello nazionale nel panorama della valorizzazione dei Beni Culturali mediante l’utilizzo delle più moderne tecnologie ICT. Ed è per noi un grande vanto aver fatto parte di questa iniziativa insieme ad una Università prestigiosa com’è la Federico II di Napoli».

Pubblicità'

Le Notizie più lette