Furto al Nord da 150mila euro, va ai domiciliari dopo due mesi

melfi
foto di repertorio
google news

La Polizia di Stato di Cremona il 7 novembre eseguiva l’arresto, in applicazione dell’Ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere emessa dal GIP presso Tribunale di Piacenza, di I.A., in uno ad altri due correi, con l’accusa di furto pluriaggravato per un valore di oltre 150 mila euro e simulazione di reato, perpetrato ai danni di una società con sede legale in Napoli. Nonostante le gravi accuse, la difesa dell’indagato I.A., rappresentata dall’avvocato Vincenzo Esposito del Foro di Nola, ha presentato motivata istanza di scarcerazione al GIP c\o il Tribunale di Piacenza evidenziando l’esistenza di nuove circostanze che hanno comportato l’affievolimento delle esigenze cautelari e l’inadeguatezza della misura carceraria. Il Giudice ha accolto la richiesta di scarcerazione disponendo per l’indagato I.A. la sostituzione della misura cautelare in carcere con quella degli arresti domiciliari.