Bullismo, Falco (Corecom Campania): ‘Aumentano le violenze ma nel 2019 solo 500 denunce’

SULLO STESSO ARGOMENTO

MONTE DI PROCIDA – “Oltre la metà degli studenti italiani dagli 11 ai 17 anni hanno subito violenze dai bulli ma le denunce sono davvero poche e non raggiungono nemmeno 500 casi in Italia. Un corto circuito che deve essere superato spiegando ai ragazzi che denunciare è possibile, anzi doveroso. E che non sono soli in questo momento così delicato perché le forze dell’ordine, gli insegnanti e, soprattutto, i genitori sono pronti e preparati a dare loro il sostegno necessario grazie anche  agli incontri che organizziamo tra tutti i protagonisti della lotta al bullismo”. Lo ha detto Domenico Falco presidente del Corecom Campania, commentando l’allarme lanciato dalla Società italiana di pediatria preventiva e sociale e presentando la seconda tappa della campagna contro i fenomeni del bullismo e del cyberbullismo  “@scuolasenzabulli”, promossa dal Comitato regionale per la comunicazione della Campania, che si terrà lunedì 10 febbraio alle ore 11 presso l’Istituto comprensivo “Amerigo Vespucci” di Monte di Procida (corso Umberto I, 72).

Ai lavori parteciperanno oltre al presidente Falco, Giuseppe Pugliese (sindaco di Monte di Procida), Fernanda D’Agostino (dirigente scolastica), Nicola La Sala (funzionario del Servizio ispettivo dell’Agcom),  Gerarda Stella (assessore comunale alle Politiche sociali), Claudio Di Stefano (Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Pozzuoli), Luigi Carannante (Comandante della Stazione dei Carabinieri di Monte di Procida) e Walter Grassi (Ispettore della Polizia Postale).






LEGGI ANCHE

Il Faro di Annalisa, un proiettile diventa fonte di luce

Si è tenuta stamane la terza giornata di premiazioni del Concorso scolastico nazionale “Il Faro di Annalisa”, dedicata alle scuole secoondarie di secondo grado....

San Tammaro, sequestrato autocarro con rifiuti pericolosi

Operazione delle forze dell'ordine nel comune di San Tammaro (CE) ha portato al sequestro di un autocarro Fiat Iveco sospetto di trasporto illegale di...

Minaccia di gettarsi nel vuoto per evitare l’arresto a Sant’Angelo dei Lombardi

Una mattinata movimentata a Sant'Angelo dei Lombardi, in provincia di Avellino, si è conclusa fortunatamente senza conseguenze, quando un uomo di 63 anni ha...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE