29.6 C
Napoli
venerdì, Luglio 10, 2020

A Napoli fuochi d’artificio dopo le 1.30 di notte. Borrelli: ‘Questa insana abitudine va contrastata e fermata’

DALLA HOME

I Consigliere Regionale dei Verdi Francesco Emilio Borelli ha si è reso testimone, attraverso una diretta video sulla sua pagina Facebook, di quella che sembra una consuetudine dura a morire in città, cioè lo sparo di fuochi d’artificio in tarda serata.
“Oramai si sparano dei fuochi tutte le sere, a qualsiasi ora, senza alcun rispetto dei cittadini e delle regole, è una cosa vergognosa. Spesso vengono sparati i fuochi d’artificio per festeggiare l’uscita di galera, ed è una cosa ridicola. Si festeggia il ritorno alla libertà, alla vita civile, commettendo un atto illegale, è la contraddizione dei cialtroni. In altri casi, invece, si sommano due atti illegali, quando ad esempio i fuochi segnalano l’arrivo di un carico di droga. Qualunque siano le motivazioni, sparare dei fuochi senza permessi ed in aree non adibite è illecito e quindi questa insana abitudine va contrastata e fermata. Siamo stanchi degli incivili, di chi vuole sempre sopraffare il prossimo, di chi non rispetta niente e nessuno. Per ultimo, ma non meno importante, i fuochi innalzano i livelli di diossina nell’aria e possono dar luoghi a roghi lì dove siano presenti grandi cumuli di immondizia, provocando così ulteriori problematiche ambientali.” – ha attaccato il Consigliere Borrelli.

Pubblicità

ULTIME NOTIZIE

coronavirus italia

Coronavirus, nuovo balzo in avanti dei contagi in Italia: 276 da ieri. I morti...

Coronavirus, nuovi positivi in aumento (+276) e 12 decessi, mentre gli attualmente positivi scendono di ulteriori 31 unita' per un totale di 13.428 di...
coronavirus campania

Coronavirus, 7 nuovi casi in Campania: 4 dal focolaio di Serino, 2 a Portici

Sette nuovi casi di Covid-19 registrati oggi in Campania su 1.508 tamponi processati. Lo comunica l'unita' di crisi della Regione.   Il totale dei positivi sale...
omicidio bottone

Napoli, omicidio alla cornetteria ai Colli Aminei: giudizio immediato per il killer

Il gip di Napoli Giuseppe Sepe ha disposto il giudizio immediato per Enrico La Salvia, 35 anni il prossimo novembre, arrestato dai carabinieri lo...