Pazienti psichiatrici al lavoro nel Comune di San Giorgio a Cremano

Dai primi giorni di febbraio ventisei pazienti psichiatrici saranno impiegati negli uffici e strutture del Comune di San Giorgio a Cremano. L’iniziativa e’ resa possibile grazie alle borse lavoro ottenute attraverso il progetto di inclusione messo in campo dall’Ambito N28, di cui San Giorgio a Cremano e’ Comune capofila. I beneficiari svolgeranno attivita’ fino all’1 luglio e otterranno un compenso di 500 euro al mese. Un’opportunita’ che rientra nelle politiche che l’amministrazione guidata dal sindaco Giorgio Zinno, attraverso il vicesindaco Michele Carbone, ha messo in campo per favorire inclusione e formazione on the job, finalizzate a garantire loro un futuro indipendente. Consapevole del valore del progetto e delle opportunita’ che offre, l’amministrazione ha anche ampliato il numero dei beneficiari da 14, come era previsto nel 2016, a 26. ”Rispondiamo in maniera concreta ai bisogni emergenti stando materialmente al fianco di persone che hanno bisogno di sostegno, con l’obiettivo di favorire una formazione lavorativa e sociale, utile per la propria autonomia comportamentale e relazionale” spiega il sindaco Giorgio Zinno ”Lavorare significa ottenere dignita’ sociale. Per questo motivo abbiamo quasi raddoppiato i destinatari e aumentato il compenso. Crediamo molto nelle politiche sociali, perche’ riusciamo a dare risposta a quei soggetti deboli che chiedono alle istituzioni di sostenerli e di accompagnarli per non sentirsi soli”.

LEGGI ANCHE  Insulti razzisti a 14enne: 'Sei una scimmia devi morire'