Due sedicenni arrestati dopo aver aggredito e rapinato un 53enne e suo figlio disabile di 20 anni. E’ quanto accaduto a Vietri sul Mare, nel Salernitano, il 27 dicembre scorso. I due coetanei, P.V. originario di Salerno e M.L.P. residente nel comune costiero, armati di pistola e coltello, in località Dragonea, hanno bloccato il 53enne mentre spingeva il figlio sulla sedia a rotelle, ordinando di consegnare quanto in loro possesso. Al rifiuto dei due, i sedicenni, entrambi con precedenti di polizia, hanno prima percosso il padre con il calcio della pistola; quindi, hanno scaraventato a terra il figlio dalla carrozzina. Poi, la fuga dopo essere riusciti a strappare solo un orecchino in oro. Le vittime hanno segnalato quanto avvenuto alla centrale operativa di Salerno che ha inviato i carabinieri della locale stazione che hanno subito avviato le indagini. Intanto, padre e figlio si sono fatti refertare: per il 53enne lesioni guaribili in dieci giorni; per il 20enne in tre. I militari dell’Arma della Compagnia di Salerno sono riusciti, in breve tempo, ad individuare la probabile via di fuga dei malviventi, beccati, infatti, in via Teresara. Sottoposti a controllo, i due si erano già disfatti di armi e refurtiva. Ora devono rispondere di rapina aggravata in concorso e associati al centro di prima accoglienza di Salerno. Oggi, udienza di convalida davanti al tribunale per i minorenni del capoluogo.

Gragnano, grande successo del presepe vivente di Caprile: si replica fino al 6 gennaio

Notizia Precedente

Napoli, centauri seminano il panico a Piazza Municipio. IL VIDEO VIRALE SUL WEB

Prossima Notizia

Ti potrebbe interessare..