Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Calcio Napoli

Napoli, ADL incontra la squadra, un’ora di colloquio

Pubblicità'

Pubblicato

il



Pubblicità'

Aurelio De Laurentiis e’ arrivato a Castelvolturno alle 12,59 per il faccia a faccia con la squadra. Alle 14 era gia’ fuori. Sessanta minuti dove sono stati toccati i temi che hanno portato allo scontro frontale tra la societa’ e i suoi dipendenti. Quella notte del 5 novembre dopo il pari con il Salisburgo aveva aperto una ferita ampia tra chi comanda e chi gioca. Il no al ritiro era stato un affronto troppo grande per il patron che ha fatto partire le raccomandate per il decurtamento degli stipendi per ogni calciatore fatta eccezione per Malcuit che era assente. Ad attendere il numero uno azzurro c’era tutta la dirigenza al completo e Carlo Ancelotti. Tutti chiusi nella sala conferenza ad aspettare De Laurentiis. C’era naturalmente il figlio Edo, il ds Giuntoli e l’amministratore Chiavelli. Prima i complimenti per il bel risultato contro il Liverpool poi i toni si sarebbero surriscaldati quando si e’ andati sul discorso delle multe. Che dovranno essere pagate. Ma si potra’ trovare una soluzione in base a cio’ che accadra’ nelle prossime partite. I calciatori temono una causa in Tribunale per i danni di immagine ma a quanto pare il NAPOLI non procedera’ in tal senso. De Laurentiis, poi, ha incontrato personalmente Callejon e Martens per la questione rinnovo. Difficile sapere cosa si sono detti. La cosa importante era che prevalesse il buonsenso. Ora c’e’ da capire cosa accadra’ in futuro.

Continua a leggere
Pubblicità

Calcio Napoli

Napoli, è ufficiale lo stadio si chiama Diego Armando Maradona

Pubblicato

il

Stadio diego armando maradona
foto di repertorio (facebook)

Da oggi a Napoli c’e’ lo stadio Diego Armando Maradona. La Giunta del Comune di Napoli ha approvato la delibera proposta dal sindaco, Luigi de Magistris e dall’assessore alla Toponomastica, Alessandra Clemente.

L’atto e’ stato firmato all’unanimita’. L’impianto di Fuorigrotta non si chiama piu’ dunque ‘San Paolo’ ma ‘Stadio Diego Armando Maradona’. Nell’atto l’amministrazione ricorda Maradona come “il piu’ grande calciatore di tutti i tempi che con il suo immenso talento e la sua magia ha onorato per sette anni la maglia del Napoli, regalandole i due scudetti e altre coppe prestigiose e ricevendo in cambio dalla citta’ amore eterno”.

Stadio diego armando maradona

“Maradona – si legge nella delibera – ha incarnato il simbolo di riscatto di una squadra alla quale, negli anni più bui, ha dimostrato che è possibile rialzarsi, vincere e trionfare, offrendo al tempo stesso un messaggio di speranza e di bellezza all’intera città perché, attraverso le vittorie calcistiche del fuoriclasse argentino a vincere non è stata soltanto la squadra del Napoli, ma l’intera città, che si identifica pienamente in lui; sempre dalla parte dei più deboli e della gente comune, Maradona ha combattuto i pregiudizi e le discriminazioni di cui erano ancora oggetto i napoletani all’interno degli stadi, diventando idolo dell’intera città, che gli ha perdonato anche le debolezze e le fragilità dell’uomo che mai hanno offuscato la grandezza del campione”.

De Magistris nella sua delibera sottolinea anche di aver conferito a Diego Armando Maradona, nel 2017, la cittadinanza onoraria, quale pubblico attestato della profonda ammirazione e riconoscenza da parte della città e che “mai nessuno è riuscito ad immedesimarsi in modo così completo nel corpo e nell’anima di Napoli, con la quale el pibe de oro ha condiviso la genialità e l’unicità, ma anche la sregolatezza e i tormenti che lo hanno reso vero figlio della città. “; anche la Giunta comunale ricorda il grande campione scomparso come il figlio di questa città venuto da lontano che ci ha iscritto nella storia e che è scritto nella storia di questa città ” e ricorda anche la proclamazione del lutto cittadino per il giorno delle sue esequie.

Continua a leggere

Calcio Napoli

Milik: è la prima scelta dell’Atletico Madrid

Pubblicato

il

milik atletico madrid

La doppia assenza di Diego Costa per infortunio e Luis Suarez per Covid nelle ultime partite ha convinto il club della necessita’ di intervenire sul mercato e gia’ a gennaio, specie se l’attaccante ispano-brasiliano dovesse anticipare di sei mesi la sua partenza, potrebbe essere fatto un tentativo per Milik.

Il polacco e’ in scadenza col Napoli e di fatto e’ ai margini della rosa dopo essersi rifiutato di rinnovare. Gia’ la scorsa estate ci furono dei sondaggi ma alla fine l’Atletico viro’ su Suarez. Alla riapertura del mercato, secondo “As”, gli spagnoli ci riproveranno anche se dovranno guardarsi dalla concorrenza di Tottenham ed Everton.

 

Continua a leggere

Le Notizie più lette