Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Campania

Campania, parte il piano di vaccinazioni gratuite per gli over 65

Pubblicato

in



La Regione Campania offre gratuitamente e attivamente la vaccinazione antinfluenzale ai cittadini a partire dai 65 anni ed ai soggetti classificati a rischio per patologie e o per condizioni di vita. Il Vaccino antinfluenzale è previsto per tutti gli ultrasessantacinquenni ed è già disponibile presso tutti gli studi dei medici di medicina generale. L’analisi del fenomeno relativo all’anno 2018/19 ha evidenziato che in Campania si sono verificati 15 casi gravi e 5 decessi, con un’incidenza più bassa rispetto agli anni precedenti (16 decessi) e al dato medio italiano (es. in Lombardia 132 casi gravi e 21 decessi). La Regione ha inserito tra gli Obiettivi prioritari del Nuovo Accordo Integrativo Regionale le Coperture Vaccinali previste dal Piano Nazione Prevenzione Vaccinale. Grazie al lavoro dei MMG (Medici di Medicina generale), dei Pediatri di libera scelta e dei Centri vaccinali aziendali, la Campania ha raggiunto per la seconda annualità consecutiva le coperture previste dal Piano, superando per il Vaccino Esavalente il 95% (effetto gregge: vaccino almeno 95 bambini per avere un effetto di protezione su 100) e raggiungendo con il tetravalente (Morbillo, Parotite, Rosolia e Varicella) il 93,90%. Il monitoraggio continuo di tutte le attività vaccinali è garantito dalla nuova piattaforma regionale AVR (Anagrafe Vaccinale Regionale) che dialoga con tutte le Aziende sanitarie e con i singoli medici ma anche con l’Anagrafe Vaccinale Nazionale (AVN). AVR consente inoltre una costante verifica del rifornimento di vaccini e un recupero progressivo della evasione vaccinale scolastica.

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca

Pozzuoli, si schianta con la moto: muore commerciante di 42 anni

Pubblicato

in

pozzuoli muore commerciante

Pozzuoli, si schianta con la moto: muore commerciante di 42 anni.

 

In uno scontro tra un’auto ed uno scooter in via Umberto Saba nel quartiere di Monterusciello a Pozzuoli  e’ morto un uomo di 49 anni, Giuseppe De Simone, commerciante alimentare nel ramo ittico. L’uomo, residente nel quartiere, secondo una prima ricostruzione dell’accaduto, in sella della sua moto ha impattato violentemente contro una Fiat Fiorino guidata da un giovane sempre del quartiere, all’incrocio di via Saba nei pressi dell’isola ecologica.

Soccorso e’ stato trasferito dai sanitari del 118 al Pronto Soccorso del nosocomio flegreo, S. Maria delle Grazie, dove poco dopo e’ morto. Sul posto gli uomini della polizia municipale di Pozzuoli che hanno effettuato i rilievi ed avviato le indagini. Il giovane a bordo dell’auto, che si era allontanato dal luogo dell’incidente, si e’ poi presentato qualche ora dopo alla Polizia municipale.

L’auto ritrovata dagli agenti di polizia municipale dopo qualche ora ad un paio di chilometri di distanza dal luogo del tragico impatto, nei pressi dei ‘600 alloggi’, e lo scooter sono state poste sotto sequestro. La salma e’ stata trasferita presso il primo Policlinico di Napoli per l’esame autoptico.

Continua a leggere



Campania

Allarme dello Smi: ‘In Campania mancano le mascherine nelle ex Guardia Medica’

Pubblicato

in

Allarme dello Smi: ‘In Campania mancano le mascherine nelle ex Guardia Medica’.

In una nota Ernesto Esposito componente della direzione Nazionale Smi lancia l’allarme: “Siamo in una fase arancione molto delicata per la infezione da covid 19 con l’influenza stagionale alle porte e molti nostri iscritti lamentano la mancata fornitura di DPI sia nel numero che nella qualità”,ciò nonostante i medici della continuita’ assistenziale sono in prima linea senza le protezioni previste dalle norme vigenti.

Per tale motivazione abbiamo deciso in tutte le Asl della Campania di effettuare una ricognizione tramite i nostri iscritti” medici sentinella dello smi “delle criticita’ rilevate per trasmettere informative dettagliate alle autorita’ competenti.

Non e’ possibile, aggiunge la nota, che ancora oggi mancano i DPI, esistono inoltre sedi non idonee strutturalmente e logisticamente alla esecuzione del servizio dove mancano in alcuni casi i minimi requisiti ‘ previsti dall’a.c.n. vigente ;non e’ applicata da molti direttori sanitari la legge regionale 1570/2004 che prevede in servizio minimo due medici per turno in ogni presidio su tutto il territorio Regionale senza deroghe o eccezioni.

“La tutela della sicurezza e dei diritti dei colleghi ed rispetto delle normative vigenti e’ al primo posto nell’impegno sindacale dello smi per tale motivo non la riteniamo materia di trattativa con la parte pubblica ;i dati raccolti dal nostro monitoraggio che partira’ nei prossimi giorni in primis dalle Asl Napoli 1 ,2,3 e dalla Asl di Benevento si estenderanno poi a tutta la Regione e saranno trasmessi alle direzioni generali ” conclude la nota

Continua a leggere



Pubblicità

Pubblicità

DALLA HOME

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette