Napoli. La violenza tra i giovani che animano la Movida del Vomero è andata di nuovo in scena nella tarda serata di ieri con conseguenze gravi. Un 17enne di Scampia è rimasto ferito gravemente da ferite da taglio al coloo e alle braccia. Solo un caso ha voluto che quelle ferite non diventassero fatali. E’ accaduto davanti al Mc Donald’s di via Merliani già teatro in passato di altre risse tra i ragazzi del Vomero e gli “estranei” di Scampia e Secondigliano. E’ accaduto anche questa volta. Prima un diverbio tra due bande di giovanissimi: volano parole, spintoni, il classico film già visto. Poi mentre tutto sembra essere rientrato e la gente, famiglie con bambini compresi, continuano la loro passeggiata serale accade qualcosa poco più lontano. Le due bande si spostano in via Scarlatti. e’ che comincia la violenza: ancora un diverbio tra due giovanissimi. Parte una testata e dal quel momento è una maxi rissa nel corso della quale qualcuno estrae un coltello e comincia a menare fendenti. Il ragazzo di 17 anni incensurato del rione San Gaetano, viene colpito alle braccia e al collo. Solo per caso il colpo non gli taglia la giugulare. Cade a terra in una pozza di sangue. Chi4de aiuto. c’è un fuggi fuggi generale. Arrivano i vigili urbani, un’ambulanza che porta il ferito al Cardarelli e poi i carabinieri. I militari hanno atteso che i medici lo stabilizzassero per interrogarlo. Il giovane ferito ha prima detto di conoscere l’aggressore poi ha cambiato versione. I militari per tutta la notte hanno preso visione delle immagini delle telecamere di Mac Donald’s e delle video sorveglianza pubblica e privata nella zona. Si spera che si possa risalire agli autori dell’ennesima rissa tra giovanissimi e dell’ennesima tragedia sfiorata. Purtroppo non sono serviti a niente i controlli assidui effettuati in questa settimana sia da polizia sia dai carabinieri. I coltelli continuano ad essere un “souvenir” molto usato tra i giovanissimi.

La Redazione
Contenuti Sponsorizzati