Go internet, societa’ umbra che opera nel settore dell’internet mobile, ha concluso con il gruppo cinese Zte, un accordo per la fornitura di base stations 5G-ready. Le nuove base stations verranno utilizzate, in un primo momento, per completare la migrazione dalla tecnologia Wimax alla tecnologia Lte della rete presente nella regione Marche. Successivamente, le stesse base stations saranno utilizzate in modalita’ 5G, semplicemente effettuando un upgrade. Grazie all’accordo di frequency sharing concluso nel 2018 con Linkem, le base stations Zte potranno essere utilizzate con 80 Mhz di frequenza, permettendo cosi’ di aumentare la velocita’ e la capacita’ della rete. ‘L’accordo con Zte e’ di assoluta importanza per Go internet nel contesto di un mercato molto orientato verso le reti 5G’, ha dichiarato Giuseppe Colaiacovo, presidente di Go internet. ‘Siamo molto onorati di servire Go internet per il nuovo network 5G. Zte – ha dichiarato Hu Kun, presidente di Zte Western Europe e amministratore delegato di Zte Italia – li sosterra’ nella realizzazione di una nuova rete tecnologica, sicura e all’avanguardia; invitiamo inoltre Go Internet e gli stakeholder del Governo italiano a sperimentare le nuove connessioni 5G nel nostro Centro di Ricerca e Innovazione a L’Aquila, e a testare e verificare le apparecchiature nel nostro Cyber Security Lab di Roma’. A settembre scorso, Go internet ha notificato un’informativa sui termini dell’accordo alla presidenza del Consiglio dei Ministri. A conclusione del procedimento, il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, con decreto ha esercitato i poteri speciali mediante l’imposizione alla societa’ di specifiche prescrizioni.

Contenuti Sponsorizzati