“E’ evidente che io debba pagare di più di un precario. Non trovo giusto, però, colpire il ceto medio, già in una situazione alquanto altalenate”. Queste le parole del sindaco di Benevento Clemente Mastella, durante la trasmissione “Barba e capelli” di Radio Crc. “Il crocifisso? Non è soltanto una dimensione religiosa, ma anche culturale – ha proseguito Mastella – Possiamo essere inclusivi in tantissime cose, senza però annullare le nostre tradizioni. Le Regionali? Per ora faccio il sindaco e continuerò a farlo, nessuna scelta alle porte. Ho scelto le primarie al centro-destra. Ad oggi c’è un cambio di rotta, soprattutto al Sud. Bisogna sollecitare una spinta motiva nell’ambito della coalizione. Di politico, ad oggi, c’è molto poco. Il Sud, nonostante abbia dato credito a Salvini, resta un sottofondo di resilienza, attraverso un istinto di conservazione e d’orgoglio, anche se negli ultimi tempi è stato messo da parte. Credo che questo Governo cambierà unicamente i connotati dei decreti in merito ai migranti. Sostengo una rigorosa accoglienza, perché, ricordo, che noi siamo stati un popolo di migranti”. “E’ un fenomeno talmente apocalittico e mondiale – ha concluso Mastella – che non può essere fronteggiato attraverso il respingimento di qualche nave”.

Contenuti Sponsorizzati