Casa squillo con sud americane scoperta nel centro di Salerno: due denunce

SULLO STESSO ARGOMENTO

Gli agenti della Polizia di Stato della Squadra Mobile di Salerno – Sezione Contrasto alla Criminalità Diffusa, Straniera e Prostituzione hanno effettuato nei giorni scorsi un’attività di repressione del fenomeno dello sfruttamento della prostituzione di donne straniere. Tale tipologia di reato, negli ultimi mesi, ha avuto un incremento proprio in questo centro cittadino ed in particolar modo presso abitazioni private.
Raccolte le segnalazioni pervenute da numerosi cittadini, i poliziotti della Squadra Mobile, specializzati nel contrasto di tale reato, dopo aver effettuato numerosi servizi di osservazione ed accertato che le segnalazioni pervenute avevano fondamento, hanno predisposto uno specifico servizio di intervento presso l’abitazione privata ove si aveva il sospetto fosse gestita l’illecita attività. L’immobile in questione, benché regolarmente ceduto in locazione ad una donna brasiliana residente in Veneto, non era occupato dalla stessa, bensì da un’altra donna, prostituta di nazionalità colombiana, che l’aveva irregolarmente sub locato dalla predetta, tramite un intermediario residente nel territorio salernitano. La donna colombiana, D.C.S.M. di anni 41, sublocataria dell’immobile per esercitarvi attività di prostituzione, non conosceva la vera locataria ma solo l’intermediario col quale aveva pattuito l’irregolare canone di fitto settimanale ed a cui aveva pagato la relativa somma di denaro. Tale intermediario, un uomo brasiliano D.S.F.A., di anni 33, è risultato essere uomo di fiducia della locataria e gestore del sub affitto dell’immobile.
Al momento dell’irruzione nell’appartamento gli agenti della Squadra Mobile sorprendevano la donna colombiana proprio nell’atto di prostituirsi con un cliente.
Entrambi i responsabili dello sfruttamento della prostituzione, l’uomo e la donna brasiliani, rispettivamente D.S.F.A. di anni 33 e S.D.S.E. di anni 41, sono stati indagati in stato di libertà per tale reato e posti a disposizione della locale Procura della Repubblica presso il Tribunale, segnalando anche che la locataria, già in passato, aveva commesso il medesimo reato in altre province italiane.
Le indagini da parte della Squadra Mobile proseguono, nell’ambito del contrasto a tale tipologia di reato, per accertare un eventuale coinvolgimento delle persone denunciate in un contesto criminale di più vasta portata.


Torna alla Home


La Guardia di Finanza ha segnalato 47 parcheggiatori abusivi tra Napoli e la provincia

I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli, nell'ambito di un'ampia operazione di contrasto all'economia illegale, hanno individuato e segnalato alle Autorità competenti 47 persone che svolgevano abusivamente l'attività di parcheggiatore o guardiamacchine. L'operazione, condotta in sinergia con le direttive del Prefetto di Napoli, Dr. Michele Di...

Acerra, incendia un’auto e poi si ferma a guardare il rogo: arrestato

Antonio Bruno, residente ad Acerra, è stato arrestato dai Carabinieri della locale stazione per il presunto incendio doloso di un'auto. L uomo di 40 anni, è attualmente detenuto nel carcere di Poggioreale in attesa di giudizio. Una vettura Audi A4 è stata trovata avvolta dalle fiamme lungo corso Italia ad...

Villaricca, scatta l’allarme del braccialetto elettronico e lo trovano con droga: arrestato

A Villaricca, un giovane di 18 anni, Arsenio Ascione, già noto alle forze dell'ordine, è stato arrestato dai carabinieri locali per detenzione di droga a fini di spaccio. Il ragazzo era agli arresti domiciliari e quando è scattato l'allarme del suo braccialetto elettronico, i militari hanno deciso di intervenire per...

Napoli, processo crollo Galleria Umberto: due imputati rinunciano alla prescrizione

Due dei cinque imputati nel processo d'appello sulla tragedia della Galleria Umberto I di Napoli, accaduta il 5 luglio 2014, hanno deciso di rinunciare alla prescrizione. In quella tragica giornata, lo studente quattordicenne Salvatore Giordano, residente a Marano di Napoli, perse la vita a causa delle gravi ferite riportate quando...

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE