Dopo Instagram, anche Facebook. Il social network di Mark Zuckerberg ha annunciato di aver cominciato a nascondere il numero di ‘mi piace’ raccolti dai post in Australia, misura che mira ad alleggerire la pressione sociale derivante dal bisogno di ottenere l’approvazione degli altri e che potrebbe essere poi estesa su scala mondiale. Da venerdì gli utenti australiani non possono più vedere il numero di ‘mi piace’ raccolti da un post né il numero di visualizzazioni di un video (solo l’autore del post può vedere questi dati). “Non vogliamo che gli utenti di Facebook si sentano in competizione”, ha spiegato il gigante americano dei social network, chiarendo che “è un test destinato a studiare come la gente reagisce a questo nuovo format” in modo da “vedere se lo estenderemo”. Tre mesi fa un test del genere era stato realizzato su Instagram, che prima ha fatto scomparire il numero di ‘mi piace’ in Canada e poi ha esteso l’esperimento ad altri Paesi. “Nonostante questo sia stato provato su Instagram, Facebook e Instagram sono delle piattaforme diverse e osserveremo probabilmente dei risultati diversi”, ha precisato Facebook.

La Redazione
Contenuti Sponsorizzati