Due momenti di commemorazione, uno a Scafati l’altro a Pagani, per ricordare l’omicidio di Antonio Esposito Ferraioli ucciso quarantuno anni fa dalla camorra. Cuoco e sindacalista della Cgil, Tonino (come veniva chiamato dai suoi amici) lavorava presso la mensa della FATME di Pagani. La notte in cui fu ammazzato, era di ritorno dalla casa della fidanzata Angela con cui stava organizzando le imminenti nozze. In via Alfonso Zito gli si affiancò un’auto blu da cui partì una raffica di colpi di arma da fuoco. Tonino a terra. Tonino aveva 27 anni.
Venerdì 30 agosto, alla Parrocchia San Francesco di Paola di Scafati, verrà proiettato “Tonino – Il film”, presentato dalla Cgil, Cgil Flai e Fondazione Po.li.s.
Prodotto dall’associazione culturale “Ambress… Am…press” e da Libera, il film è diretto da Gaetano Del Mauro, scritto da Aldo Padovano, Alfonso Tramontano Guerritore e Federico Esposito, con Andrea Contaldo e Anna Rita Vitolo. Un film coraggioso, poetico, efficace che racconta la vicenda di Antonio Esposito Ferraioli con essenziale garbo. Non un semplice docufilm ma uno strumento per declinare il concetto di memoria in chiave contemporanea.
Il secondo momento della commemorazione del sindacalista paganese avrà luogo a Pagani, in via Zito alle ore 23.30, dove Tonino fu ucciso. Un momento di raccoglimento collettivo con la deposizione dei fiori ai piedi della targa in sua memoria.
L’iniziativa rientra nel programma della Formazione Provinciale del Coordinamento di Libera a Salerno.

Regina Ada Scarico
Contenuti Sponsorizzati