Il Tar ha respinto il ricorso presentato dai legali della famiglia Piscitelli contro l’ordinanza firmata da questore di Roma che impone ”per ragioni di ordine pubblico” i funerali in forma privata domani alle 6 di mattina al cimitero Flaminio. Lo conferma all’Adnkronos Rita, la moglie di Fabrizio Piscitelli. “Domani noi non ci presenteremo!”. Così Giorgia Piscitelli, figlia del capo ultras della Lazio Fabrizio Piscitelli, ucciso a Roma, conferma su Facebook l’orientamento della famiglia di ‘DIABOLIK’ dopo la decisione del Tar di respingere il ricorso contro l’ordinanza del questore di Roma che disponeva la celebrazione delle esequie in forma privata. ”Il mio intendimento non è certo quello di interferire con la funzione religiosa, né tantomeno quello di negare questo momento ai suoi familiari. L’obiettivo della mia ordinanza è quello di evitare che si verifichino dei delicati problemi di ordine pubblico”. Così all’Adnkronos il Questore di Roma Carmine Esposito, in seguito alle dichiarazioni della famiglia di Fabrizio Piscitelli che, appresa la sentenza del Tar, ha annunciato di voler disertare i funerali in forma privata dell’ex leader degli Irriducibili ucciso mercoledì scorso con un colpo di pistola al parco degli Acquedotti. Venerdì scorso il questore aveva firmato un’ordinanza che impone per l’ex leader degli Irriducibili funerali “in forma strettamente privata” alle 6 del mattino di domani nella cappella del cimitero Flaminio, in via Flaminia, ‘con tutte le cautele atte ad assicurare la tutela dell’ordine pubblico e della sicurezza dei cittadini’. Oggi i famigliari di Piscitelli, dopo che i giudici hanno rigettato il ricorso al provvedimento del Questore, hanno annunciato di voler disertare le esequie.

Contenuti Sponsorizzati