Agente penitenziario preso a bastonate in carcere

Un poliziotto della Penitenziaria in servizio nel carcere di Reggio Emilia è stato aggredito a bastonate da un detenuto magrebino, che aveva scardinato i piedi di un tavolo di legno. Lo riferisce il segretario regionale del sindacato Sinappe Gianluca Giliberti. E’ stato lo stesso vice ispettore capo a dare l’allarme, evitando di essere colpito al volto. Sono arrivati altri agenti che sono riusciti a bloccare il detenuto. L’agente aggredito è stato portato al pronto soccorso e dimesso con una prognosi di cinque giorni. “Purtroppo – scrive il Sinappe – la situazione nelle carceri regionali e’ sempre piu’ allarmante e quello di Reggio Emilia e sicuramente l’Istituto ove si sta verificando, nelle ultime settimane, il numero maggiore di aggressioni ai danni della Polizia Penitenziaria. Riteniamo, pertanto, che la Dirigenza dell’Istituto ed il Provveditorato Regionale debbano farsi carico delle problematiche sottese all’esponenziale aumento di tali eventi critici ed apportare i dovuti correttivi al fine di ripristinare la serenità lavorativa, soprattutto all’interno delle sezioni detentive, affinché il personale in divisa sia messo in condizione di adempiere i propri compiti istituzionali in maniera sicura ed ineccepibile”.

La Redazione
Contenuti Sponsorizzati