universiadi: la torcia a napoli



E’ giunta a Napoli, dopo un mese in giro per l’Italia, la fiaccola dei saperi, uno dei simboli della trentesima edizione delle Universiadi. Duemilacento i km percorsi da Torino – da dove e’ partita lo scorso 4 giugno – fino a passando per la svizzera Losanna (sede della Fisu), Milano, Assisi, Roma (qui ha ricevuto la benedizione di Papa Francesco in piazza San Pietro) e Matera prima di approdare nelle cinque province campane; Avellino (dove ha ricevuto una seconda benedizione dall’abate di Montevergine), Benevento, Caserta, Salerno e dove e’ arrivata oggi. L’hanno portata, in giro per l’Italia, campioni dello sport ma anche rappresentanti delle istituzioni e della cultura. Oggi, a Napoli, l’ha accolta il primo cittadino Luigi de Magistris in piazza Municipio. E’ toccato a lui accenderla e imbracciarla per un centinaio di metri fatti di corsa – da Palazzo San Giacomo all’ingresso di via Verdi della Galleria Umberto – prima di passarla agli undici tedofori (tra loro diversi grandi campioni del passato, da Giuseppe Abbagnale a Franco Porzio) che si apprestano a sfilare lungo un percorso di 2,3 km che costeggera’ il lungomare partenopeo. L’ultimo tedoforo sara’ il presidente della Fisu Oleg Matytsin. Domani gli ultimi metri saranno all’interno dello stadio San Paolo, dove la fiaccola dei saperi – come da tradizione nei grandi Giochi sportivi – dara’ fuoco al braciere per il via alla trentesima Universiade.

LEGGI ANCHE  Variante Delta in Campania: 59 casi su 275 campioni analizzati
ADS



Siamo la redazione di Cronache della Campania. Sembra un account astratto ma possiamo assicurarvi che è sempre un umano a scrivere questi articoli, anzi più di uno ed è per questo usiamo questo account. Per conoscere la nostra Redazione visita la pagina "Redazione" sopra nel menù, o in fondo..Buona lettura!

Napoli: a Capodimonte luglio con tre domeniche gratis

Notizia precedente

Napoli, Maschio Angioino gremito per il premio Italia a Colori

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..