sciopero nazionale della vigilanza privata del 1 e 2 agosto



Braccia incrociate l’1 e il 2 agosto i 70 mila addetti della vigilanza privata e dei servizi fiduciari in occasione dello sciopero indetto dai di categoria Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs. I lavoratori protestano perché sono in attesa del nuovo contratto nazionale del settore scaduto nel 2015 quindi da più di tre anni.
Per i soli addetti alla vigilanza dei siti aeroportuali lo stop è differito al 6 settembre.
“La mobilitazione – affermano i Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs – è stata proclamata per sollecitare un avanzamento dei negoziati, attualmente al palo nonostante le proteste degli ultimi mesi e le sollecitazioni alle associazioni imprenditoriali di settore Univ, Anivip, Assiv e delle imprese cooperative Legacoop Produzione e servizi, Confcooperative Federlavoro e Servizi e Agci Servizi sul necessario rinnovo contrattuale nel comparto dei servizi in appalto particolarmente esposto al dumping contrattuale”.
Il negoziato – fanno sapere i sindacati – avviato oramai più di 3 anni fa non ha ancora sciolto i nodi su incremento salariale, cambio di appalto, bilateralità, contrattazione di secondo livello, classificazione del personale e salute e sicurezza.
“Temi sui quali, spiega il sindacalista napoletano Giuseppe Alviti, sembrerebbe che i hanno presentato una concreta proposta di riforma. Ulteriori distanze, inoltre, si sono registrate negli ultimi incontri sul tema dell’orario di lavoro. Nonostante le distanze, le parti torneranno al tavolo il 12, 22, 23 e 24 luglio mentre l’attivo nazionale unitario delle strutture e dei delegati si riunirà a il 22 luglio per fare il punto sullo stato delle trattative e per definire i dettagli della nuova mobilitazione. Il Presidente nazionale associazione guardie particolari giurate Giuseppe Alviti ha fatto richiesta esplicitamente di svolgere contemporaneamente a Napoli e a manifestazioni di piazza coesi e compatti tutti assieme”.

LEGGI ANCHE  Oroscopo di oggi: la giornata segno per segno
ADS



Siamo la redazione di Cronache della Campania. Sembra un account astratto ma possiamo assicurarvi che è sempre un umano a scrivere questi articoli, anzi più di uno ed è per questo usiamo questo account. Per conoscere la nostra Redazione visita la pagina "Redazione" sopra nel menù, o in fondo..Buona lettura!

Ferrero, tratta la cessione della Samp e vuole il Palermo

Notizia precedente

Poggioreale, 50 anni dopo si prepara la nuova ‘rivolta delle pentole’

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..