Un uomo di 37 anni, originario di Afragola (Napoli) è stato colpito da un decreto di fermo della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere (CASERTA) nel quale si ipotizzano i reati di tentata rapina, rapina consumata e aggravata dall’uso di arma. L’uomo, senza fissa dimora è stato fermato a Meta (Napoli) dai carabinieri di Vairano Scalo (CASERTA). L’uomo è accusato di una rapina ai danni di un commerciante di Brescia. Quest’ultimo era stato rapinato mentre viaggiava con il suo furgone nei pressi del casello autostradale A1 di Caianello (CASERTA). L’uomo sotto la minaccia di una pistola puntata alla nuca dell’uomo, rapinò il commerciante lo scorso 16 luglio di 350 euro ed effetti personali. L’arma è risultata poi una replica: sulla pistola era stato applicato del nastro adesivo a copertura del tappo arancione parzialmente consumato. Poco prima l’uomo aveva tentato una rapina ad un altro cittadino di Vairano Patenora (CASERTA). Per individuare l’uomo, i carabinieri hanno attivato diversi servizi di osservazione pedinamento eseguiti nella zona dell’agro afragolese e nella Penisola Sorrentina. L’uomo è stato portato al carcere di Poggioreale. Sequestrata anche l’autovettura dell’arrestato all’interno della quale era stata trovata l’arma giocattolo.


Al Capitano Ultimo il premio legalità di Cava de’ Tirreni

Notizia precedente

Quattro indagati per la morte della giovane infermiera deceduta 5 giorni dopo il parto

Notizia Successiva



Ti potrebbe interessare..

Commenti

I Commenti sono chiusi