Davide-piscina-pozzuoli

Caserta. I genitori del piccolo Davide morto nella piscina del Kora durante un matrimonio sono pronti a chiarire la propria posizione. Renderanno a breve un interrogatorio in Procura Luigi Marciano e Rosa Russo ai quali sono stati notificati gli avvisi di garanzia nell’ambito dell’inchiesta per la morte del bimbo di 3 anni. “A breve i genitori del piccolo Davide, renderanno un interrogatorio in Procura a Napoli per chiarire la loro posizione” ha detto l’avvocato Vincenzo Stravino. Sono quattro gli avvisi di garanzia notificati dalla polizia nell’ambito dell’inchiesta, coordinata dal pm Michele Caroppoli e dall’aggiunto Giuseppe Lucantonio, per la tragedia avvenuta giovedì scorso nella piscina del locale di Lucrino Pozzuoli. Oltre ai genitori di Davide entrambi di Maddaloni in provincia di Caserta è indagato  Alessandro Laringe di Pozzuoli, il proprietario della struttura e un’animatrice  presente quella sera durante i festeggiamenti del matrimonio. Sono tutti accusati di concorso in omicidio colposo. “Domani alle 13 è fissato il conferimento dell’incarico per l’autopsia che dovrebbe svolgersi il primo agosto mentre per il 2 agosto dovrebbe essere la data del funerale del bimbo. Pasquale Monetti  è il consulente tecnico medico legale nominato dalla famiglia per l’autopsia”  aggiunge il penalista Stravino.

Torna il grande caldo al Centro Sud: punte di 40° ma senza afa

Notizia Precedente

Acciaroli, dal 2 al 4 agosto il Festival di letterature resistenti ‘Immaginare il futuro’. Anteprima 1 agosto con Mario Martone

Prossima Notizia

Ti potrebbe interessare