napoli. Oltre 200 tonnellate di mitili son state sequestrate in due distinte operazioni dalla Guardia di di Napoli: se immesse sul mercato avrebbero potuto fruttare un guadagno di circa 500mila euro. Sono stati i militari della Stazione Navale di a sequestrare due estesi impianti abusivi per l’allevamento posizionati in prossimità dell’imboccatura del porto commerciale e nei pressi della vicina rada di Santa Lucia. Considerato che il vivaio non rispettava nessuna delle prescrizioni igienico-sanitarie imposte dalla normativa vigente, nel corso delle operazioni e’ intervenuto un team del Servizio Veterinario dell’Asl di che si e’ occupato dei campionamenti dei mitili per le successive analisi micro-biologiche e chimiche. Per le caratteristiche del posizionamento in mare, tali impianti avrebbero potuto comportare un serio intralcio per la sicurezza della navigazione delle navi e delle imbarcazioni in transito nel golfo di Napoli, tra le quali quelle che si contenderanno la vittoria nella competizione velica dell’Universiade. I grossi fusti di plastica galleggianti e le cime che tenevano legate le migliaia di filari di cozze, infatti, erano posizionati, in maniera non visibile, appena al di sotto della superficie del mare.

LEGGI ANCHE  Napoli, Manfredi: 'In settimana si sarà la Giunta'
ADS



Siamo la redazione di Cronache della Campania. Sembra un account astratto ma possiamo assicurarvi che è sempre un umano a scrivere questi articoli, anzi più di uno ed è per questo usiamo questo account. Per conoscere la nostra Redazione visita la pagina "Redazione" sopra nel menù, o in fondo..Buona lettura!

I clan di Castellammare all’assalto di Vico: bomba nella notte all’Hotel Astoria

Notizia precedente

Napoli, ancora un furto alle Universiadi: questa volta la vittima dei malviventi è stato un atleta italiano

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..