lo skipper salernitano scomparso nei caraibi aveva lanciato un segnale di emergenza il 22 giugno



Sono passati ormai diversi giorni e di Rocco Acocella, lo salernitano di circa 30 anni, continuano a non esserci notizie. Le indagini proseguono spedite dopo che, nei giorni scorsi, la fami­glia aveva allertato la Farne­sina, il consolato francese e tutte le autorità italiane com­petenti. Nella giornata di ieri sono emersi particolari che potrebbero rivelarsi utili alle indagini. Come ha annun­ciato, attraverso il suo profilo facebook, la sorella Elisabetta: “E’ stato reso ufficiale che Rocco Roverandom ha lanciato il segnale di emergenza da di­spositivo Plbl il 22 giugno 2019 alle 19.31 utc. Le coor­dinate rilevate all’attivazione del dispositivo sono: 13° 18’ 9” N 71° 50′ 1 “0 “. Dunque, Rocco aveva lanciato un sos un paio di giorni dopo la sua partenza da Saint Martin, nei dove ha lasciato la fi­danzata Annabel Adler che doveva far ritorno in Italia, per raggiungere il porto co­lombiano di Barranquilla, prima di trasferirsi in Ecua­dor dove avrebbe dovuto fare da guida turistica per conto di un tour operator interna­zionale. Intanto, la Farnesina continua ad essere in con­tatto diretto con la famiglia ma ad ora nessuna segnala­zione sembra essere giunta. La maggiore preoccupazione riguarda proprio l’area di ri­cerca, troppo vasta tanto da complicare ulteriormente le ricerche nel mar dei Caraibi. Anche la fidanzata di Rocco, di nazionalità tedesca, si è unita all’appello lanciato dalla famiglia del giovane sa­lernitano per chiedere mas­sima condivisione e diffusione: Rocco potrebbe essere ancora vivo e ora come ora il tempo è prezioso e non va sprecato. Sulla vicenda è intervenuto anche il deputato salernitano del partito democratico, Piero De Luca, figlio del governatore della Campania, Vincenzo De Luca:”Da quello che apprendiamo dagli organi competenti la Farnesina ha tempestivamente attivato i canali diplomatoci e le azioni di crisi necessarie. Le ricerche di Rocco stanno proseguendo senza sosta sulla base di tutti gli elementi a disposizione, da ultima la segnalazione di emergenza che potrebbe indicare l’area in cui si troverebbe l’imbarcazione. Si tratta di un caso complesso che mi auguro possa concludersi positivamente. È necessario proseguire però senza sosta nelle ricerche che la Farnesina ha già attivato, per una risoluzione positiva delle vicenda”.

LEGGI ANCHE  Boscoreale, controlli dei Carabinieri: sequestrata una pistola lanciarazzi
ADS



Siamo la redazione di Cronache della Campania. Sembra un account astratto ma possiamo assicurarvi che è sempre un umano a scrivere questi articoli, anzi più di uno ed è per questo usiamo questo account. Per conoscere la nostra Redazione visita la pagina "Redazione" sopra nel menù, o in fondo..Buona lettura!

Non accettavano che fosse femmina perciò uccisero la piccola Iolanda. LE INTERCETTAZIONI CHOC

Notizia precedente

Nuova scossa di terremoto nel Catanese: magnitudo 3.9

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..