Parla dell’agguato e indica il nome di chi ha cercato di ucciderlo, Salvatore Nurcaro, l’uomo di 31 anni ritenuto il vero obiettivo di Armando Del Re che, in piazza Nazionale, a Napoli lo scorso 3 maggio, ha sparato e ferito gravemente anche la piccola Noemi e la nonna. A rivelarlo e’ una intercettazione ambientale captata dagli inquirenti in ospedale dove il 31enne venne ricoverato dopo essere stato gravemente ferito nell’agguato. L’intercettazione e’ stata consegnata al Tribunale del Riesame di Napoli che dovrà pronunciarsi sulla richiesta di scarcerazione presentata dai legali di Armando e Antonio Del Re, i due fratelli arrestati rispettivamente in provincia di Siena e in provincia di Napoli, lo scorso 10 maggio, nel corso in un blitz congiunto di carabinieri, polizia e guardia di finanza, coordinato dalla Procura partenopea. Anche il fratello di Nurcaro, Vincenzo, l’unico ad assumere un atteggiamento collaborativo, era stato nuovamente ascoltato dalla P.G. il  12.maggio scorso ed aveva riferito di avere appreso dai familiari che il fratello Salvatore ed Armando Del Re si conoscevano ed anzi erano amici, ma anche che suo fratello era debitore del Del Re di una somma di denaro importante, presumibilmente relativa ad affari illeciti, dato che suo fratello non svolge alcuna attività lavorativa lecita ed è comunque inserito in contesti criminali.

La Redazione
Contenuti Sponsorizzati