Napoli. Ieri sera gli agenti del IV° Reparto Mobile di e del Commissariato Secondigliano hanno proceduto all’arresto di C.I., 25enne napoletana, perché ritenuto responsabile dei reati di atti persecutori e porto di armi od oggetti atti ad offendere. I poliziotti, impegnati in un servizio di ordine pubblico, transitando per via Calata Capodichino, mentre erano fermi al semaforo rosso, hanno udito delle grida provenienti da un vicoletto lì vicino.Gli agenti, giunti in via Tommaso Cornelio, hanno immediatamente notato una donna che malmenava ripetutamente un uomo. La donna ha cercato di colpire l’uomo con alcuni fendenti estraendo dai pantaloni un coltello da cucina e, solo grazie all’intervento dei poliziotti prontamente intervenuti, la stessa non è riuscita a colpire l’uomo. La donna è stata arrestata in attesa del rito direttissimo.


Camorra, con Maria Licciardi ci sono altri 11 latitanti dell’Alleanza di Secondigliano: 7 sono stati individuati all’estero

Notizia precedente

La Lampadedromìa racconta la Napoli Pitagorica: al Complesso di San Lorenzo Maggiore un dialogo con Teresa Tauro sulla vera storia delle origini di Napoli

Notizia Successiva



Ti potrebbe interessare..