Napoli. Noemi è vigile: le sue condizioni sono migliorate e la notizia è la più bella del giorno, l’altra è l’arresto del presunto killer di piazza Nazionale. Il risveglio di Noemi all’ospedale Santobono è stato festeggiato tra la commozione dei familiari e del personale medico e quella istituzionale dei politici. Oggi pomeriggio, il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, ha fatto nuovamente visita ai familiari della piccola Noemi. Il sindaco si e’ intrattenuto per circa un’ora in ospedale con i familiari ed il personale medico. Successivamente, accompagnato dal padre della bimba, si è recato a vederla e ha avuto modo di constatare di persona i miglioramenti del suo stato di salute. “Non nascondo che ho provato una grande commozione nel vedere i segnali straordinari di Noemi”. Ha detto lasciando il Santobono, dove si è intrattenuto anche con i familiari di altri bambini ricoverati in reparto. “Ho visto una bimba reattiva agli stimoli – racconta – che risponde con gli occhi e le mani. Da parte dei medici c’è, giustamente, ancora molta cautela e la prognosi rimane riservata”.
Stamane, quando i medici hanno deciso di stubare la piccola Noemi, i genitori erano accanto al suo lettino. La piccola ha aperto gli occhi e interagito con loro e con i medici. La buona notizia è stata accolta con un applauso di tutto il personale del reparto, rimasto in apprensione per la situazione molto critica della bambina per una settimana intera. Un applauso che è stato come un sollievo. Le cure, le preghiere che in questi giorni i medici e i napoletani hanno riservato alla piccola, hanno sortito l’effetto più bello. La prognosi resta comunque riservata, ma da oggi si torna a sperare che tutto vada per il meglio.

Contenuti Sponsorizzati