Napoli, preso il truffatore seriale di anziani: è di San Giorgio

SULLO STESSO ARGOMENTO

Napoli. Era l’incubo degli anziani della zona Vomero Arenella: si fingeva telefonicamente figlio o nipote e   chiedeva di prendere in consegna pacchi ordinati e di consegnare immediatamente in cambio denaro o gioielli. E’ finito in manette oggi Vittorio Pirozzi, 41enne di San Giorgio a Cremano, perché gravemente indiziato del reato di truffa aggravata. Gli agenti del Commissariato Chiaiano hanno eseguito infatti un’Ordinanza di Custodia Cautelare agli arresti domiciliari emessa dal G.I.P. del Tribunale di Napoli su richiesta della locale Procura.I poliziotti hanno svolto un’attività investigativa sull’uomo, il quale, negli ultimi mesi,  ha truffato diversi anziani nella zona dell’Arenella e del Vomero.

Il Pirozzi contattava telefonicamente le vittime prescelte, fingendosi figlio o nipote delle stesse, e chiedeva di consegnare denaro o gioielli come corrispettivo di pacchi che doveva consegnare, simulando che il mancato  pagamento avrebbe potuto provocare pericolose conseguenze giuridiche. Una volta riuscito ad ingannarle lo stesso si presentava presso i propri domicili vestito da spedizioniere, recapitando scatole contenenti strumenti informatici in disuso e raccogliendo quindi il denaro, oscillante di solito tra i 600 ed i 2000 euro, oppure i gioielli.Gli agenti hanno esaminato diversi sistemi di videosorveglianza, sia pubblici che privati, che hanno consentito di appurare l’arrivo dell’uomo alla guida di un’auto nei pressi delle abitazioni abitate dalle anziane vittime. La capillare attività investigativa svolta dai poliziotti ha pertanto consentito all’autorità giudiziaria di emettere il provvedimento restrittivo notificato ieri sera al Pirozzi.

(la polizia ha diffuso la foto raffigurante il soggetto attivo del reato, che nelle truffe è solito indossare una giacca di colore giallo fluorescente, del tipo spedizioniere/corriere, con chiaro scopo di trarre in inganno le vittime designate).






LEGGI ANCHE

Voragine in via Morghen al Vomero: la strada inghiotte due auto. Ferito uno degli occupanti

Tragedia sfiorata intorno alle 5 di stamane. Evacuato un edificio

Il Commissario Straordinario visita l’Istituto Comprensivo “Cilea – Mameli” di Caivano

Il giorno precedente, il prefetto Filippo Dispenza, coordinatore della Commissione Straordinaria al Comune di Caivano, ha visitato l'Istituto Comprensivo "Cilea - Mameli" di Caivano,...

Clan Vanella Grassi: morto in carcere il boss Vincenzo Esposito, detto ‘o Porsche

Vincenzo Esposito, noto come ‘o Porsche, boss della Vanella Grassi, è morto in carcere a Parma, dove era detenuto da tempo. Secondo fonti investigative,...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE