Caserta, ex dirigente del Pd condannato per stalking

Noto imprenditore di Caserta, G.C. 64 anni, ex  dirigente provinciale del Pd, ex gestore di un noto albergo sul viale Carlo III è stato condannato in Cassazione ad 1 anno e 8 mesi per il reato di stalking. In primo grado su di lui pendeva una pena a sette anni e sei mesi per l’accusa di violenza sessuale a maltrattamenti ai danni di una donna di Ruviano , una sua ex dipendente, da cui è  stato assolto in secondo grado. Il giudice della Corte di Appello di Napoli, lo scorso anno,  lo ha condannato ad 1 anno e 8 mesi solo per stalking. Pena che è stata confermata oggi dalla Cassazione.  La vittima lo aveva accusato di averla chiusa a chiave per ore in un appartamento di  Capua dove l’avrebbe minacciata di morte. La ragazza raccontò di aver iniziato una relazione con l’uomo, ma i problemi sono iniziati quando lei avrebbe voluto interrompere la relazione. A quel punto sarebbe stata anche minacciata di diffondere loro foto e video nell’intimità e di volersi recare a casa della donna per svelare la relazione al marito di lei.   Dopo la condanna in  secondo grado vi è stato il ricorso in Appello presentato dagli avvocati Agostino Imposinato e Carlo De Stavola che non è  stato accolto quindi confermata la pena  ad 1 anno e 8 mesi. La parte civile è stata rappresentata dagli avvocati Mauro Iodice e Olimpia Rubino.

La Redazione
Contenuti Sponsorizzati