Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Rubriche

Capua: al regista Saverio Costanzo il Premio Placito Capuano

Pubblicato

il

Capua


Un cartellone ricco di nomi, eventi e sorprese dal 29 maggio al 2 giugno per celebrare la XIV edizione di ‘ il Luogo della Lingua Festival’ con la direzione artistica di  e il patrocinio del Comune di . Monumenti, chiese, teatri e musei della città apriranno le porte a registi, attori, scrittori, drammaturghi, speaker radiofonici, autori televisivi e teatrali, musicisti, giornalisti, studiosi e tantissimi artisti. Si parte mercoledì 29 maggio alle ore 14,30 con il convegno di studi ‘Città di Fondazione e (Ri)Fondazioni di città fra antichità, medioevo ed età moderna’ in programma al Museo Campano di . Il convegno – organizzato dal Comune, dall’Arcidiocesi, dal Dipartimento di Lettere e Beni culturali dell’Università degli Studi della Campania ‘Luigi Vanvitelli’ e dal Museo Campano – proseguirà anche giovedì 30 maggio con sessioni a partire dalle ore 9.30. Sempre mercoledì verrà inaugurata alle ore 19,00 negli spazi di ‘Cose d’Interni – Circolo dei Lettori’, la mostra dell’artista Mario Giacobone ‘Transizioni’. Presenta Luigi Fusco. Giovedì 30 maggio alle ore 17.00 nella Chiesa di San Salvatore a Corte si entrerà nel vivo con la presentazione – a cura dell’antropologo Augusto Ferraiuolo – del libro ‘Agata la Palermitana. Un processo di stregoneria nella Capua del XVII secolo’. Alle 18.30 a Palazzo Fazio la casa editrice Artetetra presenterà il concorso ‘Terre di Lavoro. Racconti dal Presente’, a seguire il reading ‘Coriandoli. Dal corpo alla parola’, cura del laboratorio di scrittura condotto da Marilena Lucente e del Laboratorio di teatro/terapia guidato da Teresa Perretta. Alle ore 20,00 uno degli incontri più attesi di questa edizione: ‘Splendori e miserie della cultura meridionale’ che vedrà il sociologo Domenico De Masi e il drammaturgo Mimmo Borrelli impegnati in una conversazione sui temi del Mezzogiorno moderata dallo scrittore Piero Sorrentino, conduttore del programma ‘Zaza’ in onda su Radio 3. Gran finale alle 21,30 con il recital diMargherita Di Rauso tratto dallo spettacolo ‘Week-end’ di Annibale Ruccello, regia di Luca De Bei. Venerdì 31 maggio alle ore 18 nella Chiesa di San Salvatore a Corte spazio agli scrittori Luigi Ferraiuolo, Mariastella Eisenberg e Luca Mercadante. Seguirà alle ore 19 l’incontro, moderato da Marilena Lucente e Nicola Purgato, con il romanziere, saggista, critico e fotografo, Roberto Cotroneo, per oltre dieci anni responsabile delle pagine culturali de L’Espresso, che a Capua presenterà il suo ultimo lavoro ‘Niente di personale’. Letture a cura di Marina Cioppa. Ultimo appuntamento di questa terza giornata sarà lo spettacolo della giornalista e conduttrice tv, Daria Bignardi, che alle ore 21,30 al Quadriportico della Cattedrale si esibirà nello spettacolo ‘La coscienza dell’ansia’. Al suo fianco la cantautrice e attrice di teatro Flo Cangiano e il polistrumentista Michele Maione. Sabato 1 giugno dalle 9 alle 13 in piazza San Tommaso d’Aquino i riflettori saranno puntati sulle scuole del territorio che celebreranno il Placito Capuano, il primo documento scritto del volgare italiano, che risale al 960 d.C. In programma anche una teatralizzazione realizzata dalla compagnia La Mansarda Teatro dell’Orco. Drammaturgia di Roberta Sandias. Regia di Maurizio Azzurro. Alle ore 15,30 nella Chiesa di San Salvatore a Corte poi le scuole incontreranno il giornalista e scrittore Giuseppe Montesano che presenterà il suo ultimo volume ‘Come diventare vivi. Vademecum per Lettori selvaggi’. Dalle 17 alle 20 in piazza dei Giudici al Caffè Giacomino, la speaker di Radio Italia,Paoletta, incontra l’attrice e scrittrice Giorgia Wurth, il giornalista e conduttore radiofonico di Radio 3, Piero Sorrentino, lo scrittore Diego De Silva e i conduttori del programma ‘Parole Note’ in onda su Radio Capital, Giancarlo Cattaneo e Maurizio Rossato. I due si esibiranno nello spettacolo ‘Parole note live’ alle ore 21,30 nel Quadriportico della Cattedrale. Momento clou di questa giornata sarà la consegna del premio Placito Capuano aSaverio Costanzo, regista della fortunata serie tv ‘L’amica geniale’ tratta dalla quadrilogia di Elena Ferrante. Autore di film di successo come ‘In memoria di me’, ‘La solitudine dei numeri primi’, ‘Hungry hearts’, il regista riceverà a Capua il Placito Capuano per aver contributo, attraverso il suo lavoro, alla diffusione della lettura in Italia. Particolarmente ricca di eventi la giornata di domenica 2 giugno. Si parte alle ore 12 nella chiesa del Gesù Gonfalone con lo spettacolo ‘Che questo tempo sia per noi lento’, scritto appositamente per ‘’ da Angelo Callipo con l’attrice Leda Conti, il contralto Antonella Bellone, il pianista Vincenzo Caruso. Per l’intera mattinata sarà possibile effettuare visite guidate nel centro storico di Capua, al Museo diocesano, al Museo Campano. Due le mostre in programma, quella del Maestro Enzo Marino nella chiesa di San Michele a Corte e dell’artista Angelo Maisto al Museo Provinciale. Il pomeriggio proseguirà all’insegna della letteratura con una serie di incontri a Palazzo Fieramosca. Dalle 17,00 alle 21,30 sarà possibile partecipare agli incontri con gli scrittori Lorenzo Marone (autore che ha già venduto 300mila copie e i cui lavori sono stati tradotti in 16 Paesi nel mondo), Pino Imperatore, Pietro Traccagnoli, Delia Morea, Davide Morganti, Antimo Cesaro, Luigi Giampetraglia e Salvatore Mauro. Coordineranno gli incontri Ottavio Mirra e Marilena Lucente. Letture a cura di Annamaria Cembalo e Antonella Morea. Gran finale alle 21,30 con i protagonisti del progetto ‘Ri-Volti al mare’ di cui è art director Francesco Massarelli. Una riflessione sui temi delle migrazioni e dell’integrazione alla quale hanno preso parte artisti del calibro di Toni Servillo, Marco D’Amore, Enrico Ianniello, Tony Laudadio, Antonio Pascale e tantissimi altri. L’evento è promosso in collaborazione con Città Irene Cooperativa che presenterà la mostra ‘Voltiamo Pagina’.

Continua a leggere
Pubblicità

Musica

Garanča e Kaufmann per la prima volta insieme al Teatro San Carlo

Pubblicato

il

San Carlo

Elina Garanča e Jonas Kaufmann, due delle più grandi voci contemporanee, per la prima volta insieme sul palco del Teatro San Carlo di Napoli.

 

Il lirico di Napoli lancia con le due star una nuova sfida dettata dai tempi: l’apertura di stagione via web, con la Cavalleria Rusticana di Pietro Mascagni. L’innovativo progetto di streaming sui social media è stato realizzato grazie alla partnership con Facebook Inc.

Lo spettacolo, concepito per la fruizione a distanza e con esecuzione in forma di concerto, sarà disponibile infatti sulla pagina Facebook del Teatro di San Carlo a partire dal 4 dicembre alle ore 20.00 e fino al 7 dicembre. Gli utenti pagheranno solo, per questo periodo limitato di 3 giorni, una quota simbolica di euro 1,09.Il cast include oltre alla Garanča (Santuzza) e Kaufmann (Compare Turiddu), Maria Agresta (Lola), Claudio Sgura (Alfio) ed Elena Zilio(Mamma Lucia).

L’ Orchestra e il Coro del Teatro di San Carlo sono diretti dal direttore musicale Juraj Valčuha, Maestro del Coro è Gea Garatti Ansin. Il canale Facebook del San Carlo ospiterà anche altri concerti e spettacoli con la stessa formula, tra cui, a dicembre, un Gala Belcanto .Alcune delle arie più belle dell’intero repertorio belcantista saranno interpretate da artisti di fama internazionale come: Maria Agresta, Ildar Abdrazakov, Nadine Sierra, Pretty Yende, Francesco Demuro, sotto la direzione di Giacomo Sagripanti. Arie, duetti e sinfonie di Mozart, Rossini, Bellini e Donizetti saranno eseguiti nello spirito magico di una Serata di Gala di Natale. La programmazione online del Teatro di San Carlo è resa possibile grazie al sostegno della Regione Campania, di Philippe Foriel-Destezet, Pastificio Di Martino e degli imprenditori di Concerto d’Imprese.

Continua a leggere

Cinema

Da una barlady romana il drink ispirato a un film di Fellini. La ricetta

Pubblicato

il

drink

Dalla bartender romana Valeria Bassetti, il drink cinema “Giulietta degli Spiriti” del 1965, ispirato al film di Federico Fellini.

 

BARTENDER: Valeria Bassetti, co- fondatrice e partner di Drink-It

INGREDIENTI:
30 ml Amaro Formidabile
15 ml Fifty Pounds London Dry Gin
3 spoon sciroppo di amarena
Violette disidratate commestibili Flower Power

Bicchiere: coppa

PREPARAZIONE
Mescolare gentilmente nel mixing glass gli ingredienti senza ghiaccio, aggiungere una scorza di limone biologico non trattato, abbondante ghiaccio e, con l’aiuto di un barspoon, raffreddare tutti gli ingredienti per almeno la durata di un sospiro. Forse due. Versare, filtrando in una coppa, possibilmente sottile, raffreddandola prima e svuotandola dei ricordi. Ricoprire la superficie del drink con un sottile e profumato strato di violette edibili Flower Power, prodotte da Sister’s Lab.

ISPIRAZIONE
“In assoluto il mio film di Fellini preferito! Cercando Giulietta, Susy, Valentina, Iris mi sono persa in quel che resta della Pineta di Fregene, alle volte casta, il più delle volte gioiosamente confusa. Moglie o amante? Santa o svergognata? Fellini racconta le donne senza giudicarle, amandole tutte, sognandole libere, e nella mia vita sono stata tutte le donne di Giulietta, in momenti diversi e molto spesso dietro il bancone, la mia personale casa sugli alberi. Dove poter essere me stessa, pur cambiando ogni notte. Il Fifty Pounds London Dry Gin è la fermezza e l’eleganza che ogni donna riscopre come doti innate ed esalta la naturale voluttuosità del romano Amaro Formidabile. Entrambi questi prodotti hanno un richiamo liberty e uno stile inconfondibile, il tappeto di viole Flower Power, che riveste il drink, è l’emblema del pensiero – quello di Giulietta – finalmente libera di essere se stessa. Il consiglio è di bere il drink sognando ad occhi aperti”.

drink

Valeria Bassetti

Continua a leggere

Le Notizie più lette