Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Rubriche

‘Anatomia di una colluttazione’ di Saverio D’Andrea la Teatro Civico 14

Pubblicato

in



Sabato 18 maggio, al di Caserta andrà in scena “Anatomia di una colluttazione”, di Saverio D’Andrea. Reduce dalla recente pubblicazione dell’omonimo disco, Saverio D’Andrea in “Anatomia di una colluttazione” presenterà le canzoni del suo primo lavoro discografico accompagnato da Marco Motta alla batteria, Giorgio Leone alla chitarra elettrica e Andrea Di Renzi al basso.
Di una durata approssimativa di 80 minuti, lo spettacolo presenta le diverse sfumature della musica del cantautore campano. Si alternano momenti molto diversi tra loro: pezzi duri come “Tutti sanno che tutti sanno” o “Tua culpa” lasciano contrapporre la loro forza al guizzo di pezzi più brillanti come “Cucino per te”, “Casalingo” o “Nomi cose città”. Ballate come “Scompari raramente”, “Superpoteri”, “Lacuoratore”, “Le poesie sulla sedia” traghettano chi ascolta in un mondo dove il ritmo serrato lascia spazio alle emozioni più intime. Il susseguirsi dei pezzi nella setlist dello show è pensato per creare un constante equilibrio di tensione e rilascio, giocando sulla sorpresa di momenti inaspettati.
Dal teatro alla letteratura, dalla canzone d’autore al puro intrattenimento, la musica di Saverio D’Andrea mescola autoironia a raffinatezza per raccontare delle storie. Le parole regnano sovrane nei testi che sembrano fotografie della crisi di un’intera generazione frammentata ma unita dalle stesse incertezze. Lo sguardo crudo ad una realtà di rapporti inquieti non dimentica mai di mescolarsi a dense dosi di ironia, fantascienza e ai colori più diversi del dire prima di diventare musica.

Continua a leggere
Pubblicità

Capri

Successo per la I edizione di Capri Movie International Film Festival. Tutti i vincitori

Pubblicato

in

Si è chiusa con successo la prima edizione di Capri Movie International Film Festival svoltasi dal 16 al 19 Settembre presso il Cinema Internazionale di Capri.

 

 

Il festival – organizzato dalle associazioni culturali “Capreae Sirenum Tellus” e “Il Sogno di Ulisse”, con la direzione artistica di Gisella Calabrese e Giuseppe Mallozzi – si è aperto lo scorso 10 Settembre con l’inaugurazione della Mostra fotografica “Vittorio Gassman, il mattatore” nel ventennale della scomparsa dell’attore de “Il Sorpasso”, in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma e la Cineteca Nazionale.

La serata finale di sabato scorso si è aperta con i saluti istituzionali del sindaco di Capri, Marino Lembo, che ha particolarmente apprezzato la formula del festival. “Un evento di grande spessore culturale – ha dichiarato il primo cittadino – che è ancora più importante in un momento così difficile che stiamo vivendo. Era necessario dare un segnale per la ripartenza ma sempre in sicurezza. Come Comune abbiamo sostenuto questa manifestazione mettendo a disposizione le nostre energie e il nostro cinema che ha riaperto dopo un periodo di chiusura”.

A seguire uno speciale omaggio al Maestro Ennio Morricone a cura della Maestra D’Arpa Vanessa D’Aversa, che come accadeva nel cinema muto ha sonorizzato dal vivo alcune scene dei maggiori film di successo musicati proprio dal Maestro scomparso lo scorso 6 luglio.

A decretare i vincitori dei cortometraggi in concorso è stata la giuria tecnica formata dall’attrice Nunzia Schiano, che ha rivestito il ruolo di presidente, celebre nel ruolo della madre di Mattia Volpe, interpretato da Alessandro Siani, nella pellicola cinematografica “Benvenuti al Sud”, e da Ferdinando Maddaloni, regista e actor’s coach, e dall’attore e regista Adriano Pantaleo.

Segui su Facebook: https://www.facebook.com/caprimovie/

La sezione Sguardi Animati è stata vinta dal cortometraggio “Dad” di Mohammad Keivanmarz, nazione Iran.

Miglior corto per la categoria Sguardi Internazionali è stato “Maradona’s legs” di Firas Khoury, nazione Palestina, il quale è stato particolarmente apprezzato dagli spettatori ottenendo anche il premio del pubblico.

Due premi anche per “Pizza Boy” di Gianluca Zonta, che ha vinto sia il premio come miglior corto per la categoria Sguardi Italiani che quello di migliore attore protagonista per l’interpretazione di Giga Imedadze.

Per la sezione Sguardi Campani, il premio è andato a “Il canto del mare” di Walter Della Mura.

Il premio per la miglior attrice protagonista è andato a Margherita Mannino per l’intensa interpretazione nel cortometraggio “L’Aurora” di Lorenzo Cassol.

Premio per la miglior regia è stato aggiudicato da Nicola Sorcinelli per il cortometraggio “Ape Regina”.

Infine, la giuria tecnica ha deciso di assegnare una menzione speciale al cortometraggio mokumentary “La triste vita del mago” di Francesco D’Antonio.

“E’ stato entusiasmante – dichiarano i direttori artistici Gisella Calabrese e Giuseppe Mallozzi – far partire questo nuovo festival ma anche estremamente complicato. Tuttavia siamo abbastanza soddisfatti di questa edizione, che ha avuto una enorme partecipazione di opere e un buon riscontro di pubblico, nonostante la situazione Covid. Possiamo solo migliorare e questo sarà il prossimo obiettivo per Capri Movie 2021. Ringraziamo l’Associazione Culturale ‘Capreae Sirenum Tellus, nella persona del presidente Francesca Girone, per averci fortemente voluto da Visioni Corte International Short Film Festival di Gaeta a Capri per l’organizzazione di questo evento”.

Nei giorni scorsi si sono alternate le proiezioni dei cortometraggi selezionati tra oltre 3000 provenienti da tutto il mondo: in tutto 36 le opere finaliste di questa prima edizione di Capri Movie International Film Festival, provenienti dai 5 Continenti, che sono state particolarmente apprezzate dal pubblico presente. Le nazioni rappresentate, oltre all’Italia, sono 15: Argentina, Australia, Brasile, Cina, Francia, Germania, Iran, Palestina, Portogallo, Russia, Spagna, Sud Africa, Turchia, UK, USA. Quattro le sezioni: Sguardi Animati, dedicata ai cortometraggi d’animazione; Sguardi Internazionali, alle opere provenienti dall’estero; Sguardi Italiani, per le opere nazionali; e Sguardi Campani, dedicata agli autori della Regione Campania.

Ad anticipare la proiezione dei cortometraggi ogni sera una clip di film girati a Capri, volti a rappresentare il forte legame che il Cinema ha sempre avuto con la stupenda isola del Mar Tirreno. Si sono alternati sullo schermo “Il secondo tragico Fantozzi” (1976) di Luciano Salce, con la celebre scena dello scontro di Paolo Villaggio contro i Faraglioni; “Il disprezzo” (1963) di Jean-Luc Godard con Brigitte Bardot che scende le scale di Villa Malaparte e si tuffa nello splendido mare caprese; e infine il più recente “Capri Revolution” (2018) di Mario Martone, presentato in concorso alla 75ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia.

Il festival, con la direzione artistica di Gisella Calabrese e Giuseppe Mallozzi, gode del patrocinio e della collaborazione del Comune di Capri e del patrocinio di Federalberghi Capri, Capri Exellence e Ascom Capri. Tra i partner Visioni Corte International Short Film Festival di Gaeta e il Centro Sperimentale di Cinematografia.

Visita il sito: https://www.caprimovie.com/

Continua a leggere



Musica

Francesco Monte prosegue il suo percorso musicale con ‘Crazy’, su tutte le piattaforme digitali

Pubblicato

in

Prosegue la carriera musicale di Francesco Monte: è uscito “Crazy”

 

 

Dopo il debutto discografico, affiancato da Marcello Sutera, l’artista tarantino presenta la sua prima canzone interamente interpretata in lingua inglese
“Il futuro? Spigolando tra R&B e Hip-Hop vado alla ricerca di un sound tutto mio”

Dopo il debutto discografico con “Siamo già domani”, uscito lo scorso 17 luglio e già diventato un vero e proprio tormentone social, prosegue il percorso musicale di Francesco Monte che ha trascorso queste settimane in sala di registrazione per incidere nuovi brani.

Il 18 settembre, prodotto in collaborazione con Marcello Sutera, è uscito su tutte le piattaforme “Crazy”, la sua prima canzone interamente interpretata in lingua inglese.

Il brano – una cover, liberamente riadattata, del celebre lavoro di Gnaris Barkley – offre indicazioni interessanti anche sulle prospettive musicali di Monte sempre più catturato, come lui stesso ammette, dalle vibrazioni R&B e hip-hop: “Siamo già domani – spiega l’artista tarantino – è stato una sorta di ‘primo giorno di scuola’, il brano giusto per debuttare in un mondo che non conoscevo. Il progetto, però, è quello di cimentarsi in filoni musicali più impegnativi e, con l’aiuto di professionisti d’indiscutibile valore, cominciare a lavorare su testi ancora più interessanti”.

“In ‘Crazy’ – prosegue Monte – mi sono molto divertito a reinterpretare il brano di Barkley, rallentando l’arrangiamento e declinando il tutto in chiave R&B con la contaminazione di suoni più profondi. L’obiettivo, attraverso un intenso lavoro di ricerca e di sperimentazione, è quello di arrivare ad un sound tutto nostro che si ispiri a tanti, ma senza copiare nessuno”.

Al brano (da segnalare la partecipazione ai cori di Valentina Ducros) è allegato un videoclip, per la regia di Giampiero Allicchio (vincitore del 53° Golden Globe) che sarà distribuito sulla piattaforma youtube.

Continua a leggere



Pubblicità

Pubblicità

DALLA HOME

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette

Come disattivare il blocco della pubblicita per Cronache della Campania?