San Giorgio, il 30 aprile l’analisi degli indumenti e del Dna: cancellata la scritta contro i tre ragazzi

Si terrà il prossimo 30 aprile, nell’ufficio del Gabinetto interregionale della polizia scientifica di Napoli l’analisi dei reperti (tra cui gli indumenti e le tracce di DNA) sequestrati nell’ambito delle indagini sul presunto stupro subito da una 24enne di Portici nel vano ascensore della stazione della Circumvesuviana di San Giorgio a Cremano ad opera di tre ragazzi indagati per violenza sessuale di gruppo. L’avvocato della 24enne, Maurizio Capozzo, ha designato come consulente scientifico il generale dei carabinieri Luciano Garofano, ex comandante del Ris di Parma. E’ stata intato cancellata la scritta su un muro della stazione della Circumvesuviana e rivolta ai tre giovani accusati di aver commesso la violenza sessuale ai danni della ragazza, poi rimessi in libertà dal Tribunale del Riesame di Napoli. La scritta ‘Autodifesa transfemminista. Sorella noi ti crediamo. Voi tre i primi della lista’, sulla quale la Polizia di Stato del locale Commissariato ha aperto una indagine, è stata ricoperta con pittura bianca da personale dell’ufficio Segnaletica del Comune. E proprio in un vano ascensore della Circumvesuviana, la sera del 5 marzo, sarebbe avvenuta la presunta violenza.

La Redazione
Contenuti Sponsorizzati