Il cane lo morde e lui accoltella il padrone: arrestato

SULLO STESSO ARGOMENTO

E’ accusato di lesioni personali aggravate e per questo che i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno arrestato un cittadino afgano di 31 anni, nella Capitale senza fissa dimora e già conosciuto alle forze dell’ordine. L’uomo – si spiega in una nota – aveva acceso una lite animata con un coetaneo e connazionale. Dopo essere stato morso dal cagnolino di piccola taglia che quest’ultimo portava con sè in via Ludovico di Savoia, zona San Giovanni. Dalle parole, il 31enne è ben presto passato ai fatti, estraendo un coltello dalla tasca con cui ha colpito il proprietario del cane ad un braccio. Una segnalazione arrivata al 112 ha consentito ai Carabinieri di intervenire in tempi rapidi e di bloccare l’aggressore dopo averlo disarmato. La vittima, per fortuna, non ha riportate grosse conseguenze. Portato al pronto soccorso dell’ospedale “San Giovanni Addolorata” l’afgano è stato medicato e dimesso con una prognosi di 7 giorni. Il suo aggressore, invece, è stato ammanettato e portato in caserma in attesa del rito direttissimo.






LEGGI ANCHE

Crollo di Firenze, recuperato il corpo dell’ultimo disperso

Nel cantiere di via Mariti a Firenze, il corpo dell'ultimo disperso è stato recuperato dai vigili del fuoco e successivamente affidato all'autorità giudiziaria per...

Oroscopo di oggi 21 febbraio 2024

Oroscopo di oggi 21 febbraio 2024: le previsioni dello zodiaco segno per segno ARIETE: Oggi potresti sentirti particolarmente energico e motivato a raggiungere i tuoi...

“Giustizia per Fulvio”: la madre e l’Università di Napoli chiedono verità

"Giustizia per Fulvio" è il grido che unisce la madre di Fulvio Filace, Rosaria Corsaro, e l'Università Federico II di Napoli, dove il giovane...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE