Tennis, arriva Dragonet il robot sparapalle made in Naples

SULLO STESSO ARGOMENTO

Napoli. Robot sparapalle per allenarsi a tennis: si chiama ‘dragonet’ l’invenzione di Alessandro Spedaliere che sarà presentata a Napoli dal 12 al 14 aprile in occasione di ‘Tennis and Friends’. Il macchinario ha un grande pannello che riceve il colpo del tennista e lo indirizza nel raccoglitore, pronto a sparare quindi palle a ciclo continuo, secondo le indicazioni preimpostate dal cellulare del tennista. “E’ una macchina di allenamento per il tennis che permette di allenarsi con sole quattro palle per un tempo indefinito, senza dover raccogliere e palle”, spiega Alessandro Spedaliere, il giovane informatico napoletano che l’ha inventata. “Dragonet – prosegue Spedaliere – è studiata per allenarsi in uno spazio piccolo di tre metri di larghezza minimo su quattro di lunghezza e su qualsiasi superficie, perché la palla rimbalza su una pedana interna alla macchina e quindi prescinde dal tipo di superficie su cui si sta giocando”. Lo sparapalle robot sarà presentato a Napoli con due macchinari sul lungomare, perché tutti possano provarlo, e uno all’interno del Tennis Club Vomero. “L’idea – racconta Spedaliere – nasce dalla necessità di risolvere un problema di mio padre che soffre di epicondilite a causa di un problema nell’esecuzione del rovescio. Abbiamo unito la sua passione per il tennis e la mia per robotica e abbiamo pensato e costruito una macchina per allenare il rovescio per ore senza fermarsi per eseguire bene il colpo. Il macchinario si comanda con un’app che permette di personalizzare l’allenamento colpo per colpo, regolando la distanza di gioco, l’altezza della traiettoria, la frequenza, lo spin, permette una varietà enorme di esercizi per tutti gli aspetti del tennis e funziona anche per il paddle e per il visual e mental training”.


Torna alla Home


Il video della violenta aggressione ad Antonio Morra e il pugno che gli ha causato la morte

Le immagini riprese dalle telecamere di sorveglianza del Mandela Forum la sera di giovedì sono chiare: una discussione,  un pugno e una caduta dalle scale. Così ha perso la vita Antonio Morra, 47 anni, originario di Napoli ma residente a Pistoia: è stato aggredito dopo il concerto dei Subsonica...

Sciame sismico anche sul Vesuvio, scossa in serata di magnitudo 2.1

Una domenica bestiale: e non è certo quella cantata anni fa da Fabio Concato. E' quella che hanno vissuto tutti i cittadini dei comuni dei Campi Flegrei e di buona parte della città di Napoli. Poi nei pomeriggio ci si è messo anche il Vesuvio. Perché anche l'area del Vesuvio...

Nisida, rimossi gli ormeggi abusivi dai fondali

“Ringrazio la Capitaneria di Porto e l’Autorità di sistema portuale di Napoli per aver coordinato sabato mattina un intervento importante sul litorale di Nisida grazie al quale sono stati rimossi dai fondali diversi ‘corpi morti’ utilizzati dagli ormeggiatori abusivi per ancorare le barche dei loro clienti. Grazie a questa...

Scampia, droga nascosta nel tubo: arrestato 19enne

Nel pomeriggio di ieri, durante un servizio di controllo del territorio a Scampia, gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico hanno osservato due uomini vicino ai porticati di un edificio in via Annamaria Ortese. I due hanno estratto qualcosa da un tubo cementato nell’asfalto e l'hanno scambiata con una...

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE