Rifiuti in Campania, 15 impianti di compostaggio nel piano che il ministro Costa presenterà all’Europa

SULLO STESSO ARGOMENTO

Napoli. C’è il piano sulla costruzione di 15 impianti di compostaggio in Campania, varato e finanziato dalla Regione Campania con 220 milioni di euro al centro del dossier che il ministro per l’ambiente Sergio Costa porterà venerdì, alle 11, al commissario europeo all’Ambiente Karmenu Vella per ridiscutere la multa sui Rifiutialla Campania. Lo si apprende dal ministero dell’Ambiente che ha preparato un ampio dossier per mostrare a Vella i passi avanti della Regione dal luglio 2015, da quando cioè la Corte di Giustizia Europea condannò l’Italia al pagamento di una multa di 20 milioni di euro per il mancato adeguamento alle regole Ue del sistema di raccolta e gestione dei Rifiuti in Campania, e a una maggiorazione di 122.000 euro per ogni giorno di mancata applicazione delle regole Ue dalla sentenza. Costa ha incontrato Vella già alla fine di giugno per una prima riunione sulla multa che, ha ricordato il commissario Ue in quella occasione, è stata inevitabile visto che dalla Campania erano arrivate soluzioni parziali non concrete. La sentenza prescrive infatti che la multa venga pagata fino a quando non verranno costruiti gli impianti per le gestione del ciclo dei Rifiuti: Costa porterà gli atti varati dalla Campania per la costruzione di 15 impianti di compostaggio, in siti che sono già stati individuati, tra cui il quartiere napoletano di Ponticelli. L’iter per la costruzione degli impianti è già in fase avanzata e presto dovrebbero partire i bandi per i lavori, rassicurando quindi l’Ue. La Campania, però, non potrà avere uno sconto, ma in un primo incontro tecnico informale i tecnici della Commissione hanno spiegato che un piano convincente e già in atto potrebbe convincere l’Ue a una rimodulazione dei pagamenti, magari sospendendoli per alcuni mesi o rimodulandoli nei tempi, in modo da verificare l’effettiva progressione del piano impiantistico. Tra gli altri provvedimenti in materia di Rifiuti che Costa portera’ a Vella figura anche lo spacchettamento delle ecoballe di Taverna del Re e i provvedimenti inclusi nella legge “Terra Mia” che sarà presentata in Parlamento a gennaio, subito dopo l’approvazione della finanziaria. Il piano per lo spacchettamento dei sei milioni di tonnellate di ecoballe prevede appunta l’apertura delle ecoballe e una vagliatura dei Rifiutiper separarli e mandarne una parte ai siti di trattamento meccanico-biologico (tmb), una parte ai siti di compostaggio e una parte ai termovalorizzatori. Secondo una stima del ministero dell’ambiente solo il 15% del contenuto delle ecoballe finirebbe nell’inceneritore. Sullo spacchettamento resta però il nodo del sito: la Regione Campania vorrebbe, infatti, spostare le ecoballe nell’ex centrale elettrica dismessa di Giugliano, mentre il governo vuole, sentiti anche pareri tecnici, che lo spacchettamento avvenga a Taverna del Re senza spostare le ecoballe.


Torna alla Home


Il video della violenta aggressione ad Antonio Morra e il pugno che gli ha causato la morte

Le immagini riprese dalle telecamere di sorveglianza del Mandela Forum la sera di giovedì sono chiare: una discussione,  un pugno e una caduta dalle scale. Così ha perso la vita Antonio Morra, 47 anni, originario di Napoli ma residente a Pistoia: è stato aggredito dopo il concerto dei Subsonica...

Sciame sismico anche sul Vesuvio, scossa in serata di magnitudo 2.1

Una domenica bestiale: e non è certo quella cantata anni fa da Fabio Concato. E' quella che hanno vissuto tutti i cittadini dei comuni dei Campi Flegrei e di buona parte della città di Napoli. Poi nei pomeriggio ci si è messo anche il Vesuvio. Perché anche l'area del Vesuvio...

Nisida, rimossi gli ormeggi abusivi dai fondali

“Ringrazio la Capitaneria di Porto e l’Autorità di sistema portuale di Napoli per aver coordinato sabato mattina un intervento importante sul litorale di Nisida grazie al quale sono stati rimossi dai fondali diversi ‘corpi morti’ utilizzati dagli ormeggiatori abusivi per ancorare le barche dei loro clienti. Grazie a questa...

Scampia, droga nascosta nel tubo: arrestato 19enne

Nel pomeriggio di ieri, durante un servizio di controllo del territorio a Scampia, gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico hanno osservato due uomini vicino ai porticati di un edificio in via Annamaria Ortese. I due hanno estratto qualcosa da un tubo cementato nell’asfalto e l'hanno scambiata con una...

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE