E’ stata inaugurata a San Domenico Maggiore, nel centro storico di Napoli, una grande esposizione di antichi pastori da presepe, con materiali di pregio che hanno tutti una singolare caratteristica: provengono dal sequestro di beni artistici eseguito dai Carabinieri di Napoli col coordinamento della procura d’Isernia. Organizzata dalla Fondazione Sant’Alfonso Maria dei Liguori nella sala del refettorio, la mostra include anche le dieci scene degli antichi mestieri della collezione Rogiosi e la nativita’ della collezione Alemi. A presentare l’esposizione fra gli altri il sostituto procuratore Ugo Ricciardi, fondatore del Museo permanente del presepe napoletano. La mostra potra’ essere visitata fino al 6 gennaio.

Renato Pagano
Contenuti Sponsorizzati