Salerno Mare Sicuro 2024: parte il pattugliamento lungo le coste

Salerno. Con l'arrivo della stagione estiva e l'aumento dei...

Inchieste in tv: da Report a Le Iene

SULLO STESSO ARGOMENTO

La televisione italiana gode di ottima salute grazie soprattutto ai programmi di inchiesta che attirano l’attenzione di milioni di telespettatori. Questi programmi pescano fra i target più maturi. altri attingono da bacini più giovani, come ad esempio uno dei programmi di punta di Mediaset e, in particolare, della rete diretta da Laura Casarotto, Italia 1: “Le Iene”.

PUBBLICITA

Le Iene, andate in onda ieri sera, è un programma seguito da un target più giovanile, come detto, che comunque è molto attento ad argomenti che stuzzicano l’interesse e che generano, in ogni caso, una visione critica della realtà in cui viviamo. Il programma Mediaset di grande successo presenta spesso servizi canzonatori e basati su temi giovanili, il che spiega molto facilmente la differenza di pubblico. Stando ai numeri nella stagione 2017-2018 hanno ottenuto un’audience media di 2.127.200 spettatori, che corrispondono al 10,7% di share. Bel balzo in avanti rispetto alla stagione precedente: +15% audience, +1,5 punti percentuali di share. Il pubblico è trasversale, solo lievemente più femminile (53% del totale audience), affine alle fasce più giovani: è visto solo per il 13% da over 65 anni e su questo cluster ha ottenuto in media il 4% di share. Raggiunge invece il 22% di share nella fascia d’età 20-34 anni e il 17% di share sul cluster 35-44 anni.

Per quanto riguarda invece il dato degli ascolti per regione, al primo posto troviamo la Basilicata e la Puglia con oltre il 14% di share media. Seguono Calabria e Sicilia 12% circa. Emilia Romagna (7%), Toscana (8%), Liguria e Veneto (9%) sono i territori dove la trasmissione totalizza un risultato di audience inferiore alla media nazionale. 

Altro programma d’inchiesta di enorme successo è Report, in onda su Rai Tre ogni lunedì. Una delle ultime inchieste del programma condotto da Sigfrido Ranucci, che ha poi riscosso un enorme successo, ha riguardato i presunti rapporti tra la Juventus e la ‘ndrangheta per il controllo dei biglietti in vendita allo Juventus Stadium.

Passando ad analizzare i dati di audience, il programma di inchiesta Rai si attesta sugli 1.646.000 spettatori e uno share del 6,3%. Sotto la guida Ranucci gli ascolti di “Report” si sono assestati su 1,5 milioni di spettatori e il 6,1% di share, con la trasmissione che ha chiuso la stagione con una media complessiva di 1,8 milioni di audience e 7,2% di share. Il profilo dello spettatore del programma è equivalente per ambo i sessi (leggermente avanti il profilo maschile al 51%) e localizzato in prevalenza nelle fasce più mature della popolazione: circa il 60% degli spettatori ha infatti più di 55 anni, il 36% più di 65 anni; gli under 45 sono in media il 21%. 

Il programma Report riscuote maggior successo nelle regioni del Nord Est e del Centro Italia. Al primo posto c’è il Veneto col 9% di Share, seguito dalla Sardegna con l’8,6%, il Lazio col 7,5% di share. Sotto la media le regioni del Sud. Sicilia (3,5%), Campania (3,7%), Puglia (5,6%). 


googlenews
facebook
I FATTI DEL GIORNO

ULTIME NOTIZIE

TI POTREBBE INTERESSARE