Detenuto esce dal carcere rompe le auto degli agenti e poi li picchia: torna in cella

Sabato pomeriggio di follia e violenza nel carcere di Velletri dove un detenuto, appena scarcerato, ha prima danneggiato alcune auto del personale di Polizia Penitenziaria e poi aggredito alcuni Agenti. Lo riferisce in una nota Maurizio Somma, segretario nazionale per il Lazio del Sappe, il Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria. “Il sistema delle carceri non regge più, è farraginoso. Sono state tolte, ovunque, le sentinelle della Polizia Penitenziaria sulle mura di cinta delle carceri, le telecamere ed i sistemi anti intrusione ed anti evasione spesso non funzionano, le aggressioni contro i poliziotti penitenziari – che non hanno alcuno strumento di difesa – sono all’ordine del giorno e questo è gravissimo. I vertici del Ministero della Giustizia devono assumere urgenti e concreti provvedimenti per fronteggiare questa grave emergenza”, denuncia il Segretario Generale, Donato Capece.

La Redazione
Contenuti Sponsorizzati